Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas

Palermo
Musei

 

Il Museo Archeologico di Palermo, già Museo Nazionale dedicato oggi ad Antonino Salinas, è la più importante e antica istituzione pubblica museale dell’Isola. Formatosi nel 1814 come Museo dell’Università, dove erano confluite alcune delle principali collezioni archeologiche e storico-artistiche di Sicilia, divenne Museo Nazionale nel 1860: da quel momento vi si raccolsero altre importantissime collezioni e materiali provenienti da vari siti.

Fulcro dell’esposizione rimane la sala che ospita da oltre centocinquanta anni le famose metope dei Templi selinuntini, definito il più importante complesso scultoreo dell’arte greca d'Occidente, adesso arricchito dalla contestuale esposizione di nuovi frammenti e di una consistente selezione di terrecotte architettoniche che conservano ancora la originaria, vivace policromia; scoperte nel 1823 dagli architetti inglesi Angell e Harris, che ne avevano tentato il trasferimento nel regno Unito.

I sovrani Borbone donarono al Museo diversi reperti di grande pregio provenienti da Pompei e da Torre del Greco, mentre scavi e acquisti a cura della Commissione di Antichità e Belle Arti contribuirono ad accrescere le collezioni. Nel 1865, ad esempio, grazie all'impegno di Michele Amari, fu acquistata la collezione di antichità etrusche costituita da Pietro Bonci Casuccini con i ritrovamenti avvenuti nei suoi terreni in territorio di Chiusi (SI).

Tra le più importanti acquisizioni si ricorda quella della cosiddetta “Pietra di Palermo”, con iscrizioni geroglifiche recanti gli annali delle prime cinque dinastie egizie (3238-2990 a.C.), di importanza capitale per la ricostruzione della storia dell’antico regno d’Egitto.

Dopo l’unità d’Italia, anche i Savoia donarono al Museo diverse opere, tra cui il magnifico ariete in bronzo da Siracusa. Ma fu soprattutto l’afflusso di materiali provenienti da scavi e acquisti effettuati in gran parte della Sicilia che determinò la rilevanza e il ruolo centrale del Museo, in particolare sotto la direzione di Antonino Salinas (1873-1914), fermamente convinto che l’Istituto dovesse illustrare la storia siciliana dalla preistoria all’età contemporanea. Gli anni del dopoguerra furono fondamentali per la storia dell’Istituto che, da quel momento, divenne esclusivamente Museo Archeologico, destinando alla formazione di altre Istituzioni museali cittadine le collezioni storico artistiche ed etno-antropologiche facenti parte originariamente del proprio patrimonio.

Dal 2009 al luglio 2016 il seicentesco complesso monumentale dei padri Filippini, che ospita il Museo Salinas, è stato sottoposto a un integrale lavoro di restauro. Attualmente è possibile visitare il nuovo allestimento del piano terra – rinnovato nelle forme e nei contenuti - che ospita la parte più rilevante delle collezioni arricchita dalla recente apertura della terza corte “la nuova agorà del Salinas” dove trovano esposizione il monumentale frontone del Tempio C di Selinunte e lo straordinario complesso scultoreo delle gronde leonine del tempio di Himera.

prendi nota!

Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas

Clicca sulla matita per prenderne nota nella tua agenda!

link:

Come Arrivare

In autobus: Dalla Stazione Centrale di Palermo, Capolinea linea 101, fermata Roma – Poste. Da Stazione Palermo Notarbartolo, linea 102, 103, fermata Cavour.

In auto: da Aeroporto Palermo Falcone Borsellino (PMO), percorrere la A29/E90 in direzione di Via Rosario Nicoletti/SS113 a Palermo. Prendere l'uscita verso Tommaso Natale da A29/E90, continuare su Via Rosario Nicoletti/SS113. Prendere Viale dell'Olimpo, Viale Venere, Viale Margherita di Savoia, Viale Ercole e SS113 in direzione di Piazza Olivella.

 

 

Servizi e Accessibilità

visite didattiche singoli
visite didattiche gruppi
visite didattiche scuole
bookshop
caffetteria
sito accessibile
EVENTI AL MUSEO
  • Three under cover
Venerdì 19 ottobre alle ore 20
La band, composta da Vito De Canzio alla voce, Davide Molino alla chitarra acustica e Mariano Tarsilla al basso, suonerà per il pubblico del #museosalinas brani in chiave acustica di Tom Jones, Eric Clapton, Ray Charles, James Brown, Tracy Chapman e tanti altri.

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

  • Storie nostrae I FLM/il Salinas per la città

Sabato 20 ottobre alle ore 17
Il progetto "Storie Nostrae" consiste nella realizzazione di un ritratto di abitanti ordinari del Mediterraneo prima dello sviluppo dell’Impero Romano, circa 2500 anni fa, attraverso una storia concreta, un aneddoto significativo che hanno vissuto o che hanno potuto vivere all’epoca.

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

  • Stella o croce

Sabato 20 ottobre alle ore 18.30
All’interno del bookshop del Museo Salinas, Gian Mauro Costa, giornalista e scrittore, presenta "Stella o croce", suo ultimo libro edito da Sellerio.
Angela Mazzola, giovane poliziotta di Palermo, intuitiva, curiosa, sicura di sé, alle prese con un territorio difficile. Il caso, rimasto irrisolto, di una parruccaia uccisa in modo sanguinoso attira la sua attenzione fino a spingerla ad avviare un’indagine privata e clandestina. Che seguirà con caparbietà fino a venirne a capo.

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili

 

  • Loop ite

Sabato 20 ottobre alle ore 20.30
Antonino Di Marco torna al #CultureConceptStore in coppia con Roberto Molinelli. Insieme sono i #Loopit, e si esibiranno in un repertorio travolgente fatto di brani funk, soul, dance e R&B.
Da Mark Ronson a Pharrell Williams. Non c’è brano che i Loop it non sappiano suonare e rendere allegro!

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili

Info e Prenotazioni

tutti i giorni
9.00 – 19.00

+39 091 7489995

Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas

Palermo

Coopculture

Biglietteria

Il sito è parzialmente visitabile

Acquista biglietto

Buy ticket onlineOn-Line
Call Center
  • +39 091 7489995

    dal lunedì al venerdì 9.00 – 13.00 | 14.00 – 17.00
    ​sabato 9.00 – 14.00

Tariffe

Intero: € Ingresso con biglietto intero | Admission with reduced ticket
€ 6.00

Ridotto: € Ingresso con biglietto ridotto | Admission with reduced ticket
€ 3.00

Gratuito:

chiudi

Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas

Palermo

Coopculture

Prepara la tua visita

Visite Didattiche

Singoli
    • Visita didattica 

    ogni sabato e domenica, ore 10.30
    4 euro adulti | gratuito per under 12
    durata: 1h 
    lingua: italiano
     

    • Mostri al museo!

    visita guidata e laboratorio per bambini 3 - 12 anni
    mercoledì 31 ottobre, ore 16.30

    Storie misteriose, indovinelli, mostri e scheletri, ci aspettano al Museo Archeologico A. Salinas. In compagnia di un operatore didattico i bambini saranno accompagnati all’interno delle sale museali per scoprire le spaventose storie degli oggetti esposti. Una serie di bigliettini con indovinelli da risolvere saranno distribuiti di sala in sala, fino ad arrivare al traguardo dove ci aspetta la piú tradizionale delle domande "dolcetto o scherzetto".  Al termine del percorso di guida, il giovane pubblico parteciperà alla realizzazione di maschere mostruose, nello spazio adibito ad auditorium nel bookshop.

    Attività didattica: € 5,00 a bambino
    Biglietto di ingresso al museo a pagamento per gli adulti accompagnatori
    Prenotazione consigliata fino ad esaurimento posti disponibili al num. 091 7489995

Gruppi
  • Su prenotazioni
Scuole
  • Su prenotazione

chiudi

Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas

Palermo

Coopculture

Orario

Aperto

09.30 - 18.30

dal martedì al sabato

09.30 - 13.30

domenica

E' prevista la possibilità di studi e ricerche sui materiali archeologici depositati nei magazzini, previa autorizzazione della Direzione

 

lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 13. 30
mercoledì dalle 9.30 alle 17.30
nel mese di agosto chiusa dal 14 al 16

Chiuso

Lunedì

Biglietteria

Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura dell bglietteria

 

chiudi