Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi
  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi
  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi
  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi
  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi
  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi
  • Verso il Forum dell'Appia
    Verso il Forum dell'Appia
    focus su I Grandi Eventi

Verso il Forum dell'Appia

 

Alla Reggia di Caserta FORUM APPIA Verso Appia Day per presentare una rete relazionale finalizzata a supportare lo sviluppo dell’Appia in chiave turistica e culturale. #Appianet – in linea con i principi della #ConvenzionediFaro - intende attivare sinergie tra i luoghi della cultura pubblici e privati, comuni, aree protette, regioni, associazioni, volontariato, imprese locali.

L’iniziativa – frutto della collaborazione tra CoopCulture Legambiente Onlus Touring Club Alberto Fiorillo Italiano – è stata presentata questa mattina presso la Reggia di Caserta nel corso del workshop “Verso il Forum Appia” proprio per raccontare come il “sistema” Appia coinvolge non soltanto Roma ma tante città del Centro e Sud Italia – vedrà convergere intorno all’antica strada romana associazioni, imprese, cooperative e borghi storici per creare una rete di relazione sulla quale costruire un calendario articolato di iniziative durante tutto l’arco dell’anno. Il tutto nello spirito della terza edizione dell’AppiaDay il prossimo 13 maggio: una giornata di festa per muoversi senza auto tra il primo miglio dell’Appia e Villa dei Quintili, e poi apertura straordinaria e gratuita dei monumenti tra Roma e Brindisi e tanti eventi in programma – passeggiate, trekking, ciclotour, musica e spettacoli – per vivere l’archeologia e il territorio a piedi e in bici.

“L’Appia Day e gli oltre duecento eventi ad esso collegati – spiega Alberto Fiorillo, responsabile aree urbane di Legambiente – hanno l’obiettivo di unire idealmente le tante città e comunità locali che si snodano lungo questo antico tracciato per chiederne la pedonalizzazione per l’intero anno, a partire dalla città di Roma, così da poterla finalmente considerare la porta d’accesso a una nuova idea di città. Vogliamo mettere in atto quella che fu l’idea dell’intellettuale Antonio Cederna che più di tutti si è battuto per questa visione, superando la vecchia concezione dei monumenti antichi chiusi nel recinto e proporre il patrimonio archeologico come principio regolatore dell’intero sistema urbano, in un inedito intreccio di archeologia e urbanistica”.

“L’obiettivo di AppiaNet è rendersi attivatori di sinergie tra i luoghi della cultura pubblici e privati, comuni, aree protette, regioni, associazioni, volontariato, imprese locali – afferma Franco Iseppi, Presidente del Touring ClubItaliano – per animare i territori lungo il tracciato per l’intero arco dell’anno. L’Appia Day, che raccoglie l’eredità di grandi intellettuali, può consentire una narrazione diversa del territorio che attraversa e introduce una domanda di turismo sempre più consapevole e sostenibile, che potrà contribuire a sviluppare una nuova economia turistica e a preservare il paesaggio con tutte le sue componenti naturali, storiche, archeologiche, agricole ed urbane in modo da restituire al mondo i riflessi di un’antica magnificenza”.


“Siamo molto contenti – commenta Giovanna Barni, Presidente di CoopCulture – di rinnovare anche per quest’anno il nostro impegno a fianco di Legambiente e Touring Club nell’organizzazione e nella promozione dell’Appia Day. La nostra attenzione verso la Regina Viarum non nasce oggi, già nel 2016 le abbiamo dedicato – come promotori nell’ambito dell’Alleanza delle Cooperative Italiane – uno studio di fattibilità volto a progettarne lo sviluppo attraverso una filiera turistico-culturale a base cooperativa. Lo studio ha costituito il punto di avvio per sperimentare in alcuni territori un network che mette assieme accoglienza, servizi turistici percorsi culturali e naturalistici e itinerari del gusto, con l’obiettivo di rendere l’Appia oltre che un importante attrattore, anche una direttrice di sviluppo per le regioni del sud e le aree interne. Si tratta di un modello innovativo di rete al tempo stesso imprenditoriale e sociale che cerca di dare concreta attuazione al principio di sussidiarietà”.

L’Appia Day nelle passate due edizioni ha visto la partecipazione di oltre 100 mila persone. Una giornata in cui Roma e i romani, in modo festoso si riappropriano del fascino della strada più bella del mondo e che insieme a Legambiente e le altre associazioni chiedono con forza la pedonalizzazione della Regina Viarum e costruire insieme la Capitale e il Paese di domani. Con loro tantissimi cittadini dei diversi comuni del centro e sud Italia attraversati dall’antica arteria. Nel corso del Forum Appia di Caserta sono stati presentati ufficialmente gli appuntamenti dell’Appia Day e della giornata del 13 maggio, il cui programma completo è disponibile sul sito www.appiaday.it.