Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Giorno della Memoria
    Giorno della Memoria
    Venezia, Padova, Firenze, Siena - Percorsi interculturali, 31/01/2016
  • Sinagoga di Siena
    Giorno della Memoria
    31/01/2016
  • Sinagoga e Museo Ebraico di Firenze
    Giorno della Memoria
    31/01/2016
  • Museo Ebraico di Venezia
    Giorno della Memoria
    31/01/2016
  • Museo della Padova Ebraica
    Giorno della Memoria
    31/01/2016

Giorno della Memoria

Venezia Padova Firenze Siena
Percorsi interculturali

 

CoopCulture, da molti anni impegnata nella gestione dei servizi al pubblico di alcuni dei più importanti musei ebraici italiani, propone un programma di attività didattiche e di momenti educativi sulla Shoah.
In occasione del Giorno della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico, dei Sinti, dei Rom, degli omossessuali e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, diversi gli appuntamenti in programma per non dimenticare:
 
A Siena
Sinagoga di Siena domenica 31 gennaio alle 10.30. 
Incontro con la studiosa di storia ebraica e lingua yiddish Martina Ravagnan. La conferenza, intitolata I campi Displaced Personsper i profughi ebrei stranieri in Italia (1945 - 1950), sarà accompagnata dalla proiezione di documenti.
Modalità di partecipazione
Ingresso libero 
  
A Firenze
Museo Ebraico di Firenze domenica 31 gennaio
Ore 11.00
Visita guidata alla mostra A lezione di razzismo. Scuola e libri durante la persecuzione antisemita (1938 - 1943) a cura di Pamela Giorgi, Giovanna Lambroni e Dora Liscia Bemporad.
Modalità di partecipazione
Biglietto di ingresso a pagamento ridotto 5 euro + 2 euro per l'attività (gratuita per i bambini fino a 6 anni)
Prenotazione consigliata 055 2346654 o sinagoga.firenze@coopculture.it 
Ore 15.30
Proiezione del documentario La maniera del ricordo, Firenze - Auschwitz: Gennaio 2007, Sergio Zavoli a colloquio con Andra e Tatiana Bucci per la regia di Giovanni Santi. A seguire, dibattito con la partecipazione della signora Carla Neppi Sadun della comunità Ebraica di Firenze, da sempre impegnata in attività di testimonianza.
Modalità di partecipazione
Ingresso libero.
 

A Padova
In collaborazione con l'Archivio di Stato di Padova in esposizione temporanea al Museo, documenti riguardanti i cinque membri della Comunità Ebraica di Padova per cui sono state posate le Pietre d'inciampo il 13 gennaio dall'artista Demnig Gunter . I documenti saranno esposti fino al 12 febbraio 2016.
 

L'impegno di CoopCulture è volto in particolare nel sostenere i docenti nella preparazione di attività didattiche per le scuole con strumenti e contenuti adeguati ad affrontare temi così difficili anche con bambini piccoli.
L'obiettivo quindi non è celebrare un giorno, ricordare per piangere le vittime, ma ricordare per farsi testimoni e attori di un modo di vivere che combatta l'inevitabile corredo di pregiudizi ed egoismi che tutti portiamo con noi. 
 
Alcune delle proposte didattiche di CoopCulture:
 
Museo Ebraico di Venezia
 

Storico per un giorno: un viaggio negli archivi
Storia della comunità ebraica veneziana e ricerca d'archivio.
Destinatari: triennio scuola secondaria di II grado.
 
Gino Bartali e le corse da "giusto"
Gino Bartali e la sua storia di Giusto tra le nazioni.
Destinatari: scuola secondaria di I grado; biennio scuola secondaria di II grado.
 
Siamo in fuorigioco
Sport e sportivi sotto il regime nazista.
Destinatari: IV e V classe della scuola primaria; I classe della secondaria di I grado.
 
La piramide dell'odio
Dal pregiudizio al genocidio.
Destinatari: II e III classe della secondaria di I grado; secondaria di II grado

Servizi Sinagoga di Siena

bookshop
sito accessibile

E’ presente un ascensore. Ci sono servizi igienici attrezzati.


La Sinagoga e il primo piano del Museo Ebraico sono completamente accessibili ai visitatori diversamente abili.
Il secondo piano è aperto con accesso limitato.
E’ presente un ascensore e servizi igienici attrezzati.


 

Alef, la libreria del ghetto: bookshop del museo specializzato in cultura e religione ebraica

 

CLICCA QUI PER IL VIRTUAL TOUR ITINERARI EBRAICI DI PADOVA

 

  • Luigi Mercanzin. Esedra

foto di scena della video installazione "Generazione va, Generazione viene”, regia di Denis Brotto
dal 28/06/18 al 14/10/18

Esedra era il titolo di lavorazione della video installazione "Generazione va, generazione viene" che caratterizza la sala museale; non poteva non esserlo per la raccolta scelta di quelle che sono le mappe dei territorî esplorati dalla troupe. Territorî situati tra realtà e immaginario.
La fotografia media. Lo strumento viene caricato di senso nell'atto dello scatto e l'azione è quella del cartografo in volo – la fotografia è aerea perché lo scenario è vasto e inesplorabile da terra anche se già calpestato.
Il singolo scatto spesso non basta – non fissiamoci con l'idea che la grandangolarità dell'ottica sia la soluzione. In quale altro modo ripresentare l'estendersi dei corpi mobili o immobili?
Il monocromo è una necessità scultorea e una porta aperta per noi osservatori. Entriamo e possiamo colorare senza timore con il nostro spettro luminoso.
Mercanzin Luigi (Padova 1977) pittore. Di formazione classica, in ambito veneto, non si distingue per l'arditezza dell'invenzione, ma per un placido immaginario trascendentale.

Servizi Sinagoga e Museo Ebraico di Firenze

bookshop
guardaroba
ristorante
sito accessibile


La Sinagoga e il primo piano del Museo Ebraico sono completamente accessibili ai visitatori diversamente abili.
Il secondo piano è aperto con accesso limitato.
E’ presente un ascensore e servizi igienici attrezzati.


 

Alef, la libreria del ghetto: bookshop del museo specializzato in cultura e religione ebraica

 

CLICCA QUI PER IL VIRTUAL TOUR ITINERARI EBRAICI DI PADOVA

 

  • Luigi Mercanzin. Esedra

foto di scena della video installazione "Generazione va, Generazione viene”, regia di Denis Brotto
dal 28/06/18 al 14/10/18

Esedra era il titolo di lavorazione della video installazione "Generazione va, generazione viene" che caratterizza la sala museale; non poteva non esserlo per la raccolta scelta di quelle che sono le mappe dei territorî esplorati dalla troupe. Territorî situati tra realtà e immaginario.
La fotografia media. Lo strumento viene caricato di senso nell'atto dello scatto e l'azione è quella del cartografo in volo – la fotografia è aerea perché lo scenario è vasto e inesplorabile da terra anche se già calpestato.
Il singolo scatto spesso non basta – non fissiamoci con l'idea che la grandangolarità dell'ottica sia la soluzione. In quale altro modo ripresentare l'estendersi dei corpi mobili o immobili?
Il monocromo è una necessità scultorea e una porta aperta per noi osservatori. Entriamo e possiamo colorare senza timore con il nostro spettro luminoso.
Mercanzin Luigi (Padova 1977) pittore. Di formazione classica, in ambito veneto, non si distingue per l'arditezza dell'invenzione, ma per un placido immaginario trascendentale.

Servizi Museo Ebraico di Venezia

bookshop
caffetteria

Alef, la libreria del ghetto: bookshop del museo specializzato in cultura e religione ebraica

 

CLICCA QUI PER IL VIRTUAL TOUR ITINERARI EBRAICI DI PADOVA

 

  • Luigi Mercanzin. Esedra

foto di scena della video installazione "Generazione va, Generazione viene”, regia di Denis Brotto
dal 28/06/18 al 14/10/18

Esedra era il titolo di lavorazione della video installazione "Generazione va, generazione viene" che caratterizza la sala museale; non poteva non esserlo per la raccolta scelta di quelle che sono le mappe dei territorî esplorati dalla troupe. Territorî situati tra realtà e immaginario.
La fotografia media. Lo strumento viene caricato di senso nell'atto dello scatto e l'azione è quella del cartografo in volo – la fotografia è aerea perché lo scenario è vasto e inesplorabile da terra anche se già calpestato.
Il singolo scatto spesso non basta – non fissiamoci con l'idea che la grandangolarità dell'ottica sia la soluzione. In quale altro modo ripresentare l'estendersi dei corpi mobili o immobili?
Il monocromo è una necessità scultorea e una porta aperta per noi osservatori. Entriamo e possiamo colorare senza timore con il nostro spettro luminoso.
Mercanzin Luigi (Padova 1977) pittore. Di formazione classica, in ambito veneto, non si distingue per l'arditezza dell'invenzione, ma per un placido immaginario trascendentale.

Servizi Museo della Padova Ebraica

bookshop

CLICCA QUI PER IL VIRTUAL TOUR ITINERARI EBRAICI DI PADOVA

 

  • Luigi Mercanzin. Esedra

foto di scena della video installazione "Generazione va, Generazione viene”, regia di Denis Brotto
dal 28/06/18 al 14/10/18

Esedra era il titolo di lavorazione della video installazione "Generazione va, generazione viene" che caratterizza la sala museale; non poteva non esserlo per la raccolta scelta di quelle che sono le mappe dei territorî esplorati dalla troupe. Territorî situati tra realtà e immaginario.
La fotografia media. Lo strumento viene caricato di senso nell'atto dello scatto e l'azione è quella del cartografo in volo – la fotografia è aerea perché lo scenario è vasto e inesplorabile da terra anche se già calpestato.
Il singolo scatto spesso non basta – non fissiamoci con l'idea che la grandangolarità dell'ottica sia la soluzione. In quale altro modo ripresentare l'estendersi dei corpi mobili o immobili?
Il monocromo è una necessità scultorea e una porta aperta per noi osservatori. Entriamo e possiamo colorare senza timore con il nostro spettro luminoso.
Mercanzin Luigi (Padova 1977) pittore. Di formazione classica, in ambito veneto, non si distingue per l'arditezza dell'invenzione, ma per un placido immaginario trascendentale.

Giorno della Memoria

Coopculture

Dove


Venezia


Padova


Firenze


Siena

Sinagoga di Siena

Siena  (SI), Vicolo delle Scotte 14 

Bus: Linee urbane Pollicino Siena. 
linea A 51, fermata Piazza del Mercato
linea B 52, fermata Logge del Papa

Sinagoga e Museo Ebraico di Firenze

Firenze (FI), Via Farini 6

Bus: Linee 6, 14, 23, 31, fermata Colonna 01 
 

Museo Ebraico di Venezia

Venezia Cannaregio 2902\b

 

Museo della Padova Ebraica

via delle Piazze, 26 - Padova

Dalla stazione ferroviaria:

Bus e Tram: dalla stazione ferroviaria n.3, 12 e Tram direzione Guizza

A piedi dalla stazione ferroviaria 20 min. direzione Centro storico

 

chiudi

Giorno della Memoria


Venezia


Padova


Firenze


Siena

Coopculture

Biglietteria

chiudi