Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • TERRANTICA
    TERRANTICA
    VOLTI, MITI E IMMAGINI DELLA TERRA NEL MONDO ANTICO
    Roma - Mostre, dal 23/04/15 al 11/10/15
  • Colosseo
    TERRANTICA
    VOLTI, MITI E IMMAGINI DELLA TERRA NEL MONDO ANTICO
    Colosseo, dal 23/04/15 al 11/10/15

TERRANTICA VOLTI, MITI E IMMAGINI DELLA TERRA NEL MONDO ANTICO

Roma
Mostre

 

Il Colosseo ospita nei suoi maestosi fornici una grande mostra dedicata ai culti della Terra, dalla preistoria all’età imperiale. Terrantica. Volti, miti e immagini della terra nel mondo antico, che resterà aperta al pubblico dal 23 aprile all’11 ottobre 2015, si pone nell’alveo delle tematiche affrontate da Expo 2015, con una riflessione sulla forza della madre Terra, tra umano e divino, raccontata attraverso 75 opere tra antichi reperti (statue, vasi, rilievi), e fotografie contemporanee che evocano, insieme alla sua lunga storia, paesaggi naturali che parlano dell’antichità, della sacralità e della magia della Terra.

La mostra è promossa dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area archeologica di Roma, in collaborazione con Electa, ed è curata da Maurizio Bettini e Giuseppe Pucci. Le fotografie provengono dal Museo della Fotografia Contemporanea, con la cura di Roberta Valtorta.

I temi della rassegna vengono ripercorsi e approfonditi nel volume che l’accompagna, edito da Electa.

 

Nell'ambito della mostra Terrantica La Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area archeologica di Roma in collaborazione con Electa  e Coopculture propone un progetto di fruizione rivolto al grande pubblico per sensibilizzarlo alle tematiche del pianeta Terra, inteso in senso fisico e metaforico: Terra come madre di tutti gli esseri viventi, nella sua particolare valenza generativa e alimentare.

Nel percorso espositivo infatti vengono affrontati i vari aspetti della Madre Terra, aspetti che hanno connotato tutte le civiltà antiche, dal Paleolitico all'età romana, in tutti i luoghi del Mediterraneo e dell'Oriente, fino agli esiti di primo Novecento.

Terra è madre e, in quanto tale, potenza che nutre e alimenta tutti i suoi figli.

Si è pensato dunque di valorizzare quest'ultimo aspetto, anche e soprattutto in linea con le tematiche legate all'Expo 2015, rafforzando il concept della mostra e completandolo nella sua linea di continuità che lo porta fino alla contemporaneità.

Il cibo infatti è l'aspetto che è sembrato più immediato da trasferire e, nella sua essenzialità alla vita, certamente più trasversale nel tempo e nei luoghi.

L'idea di un cibo particolare, o un modo speciale di cucinarlo che ciascuno di noi ritrova legato alla propria madre e alla sua infanzia, è il medium che lega e contestualizza dunque l'esperienza della visita, fino al sentire personale che ciascuno di noi ha nella sua memoria e nella sua tradizione personale.

In questo modo ogni visitatore avrà la possibilità di lasciare il suo segno, la sua storia, che sia legame con la propria madre e con la propria tradizione alimentare all'interno di una Madre che tutte le storie continuerà ad accogliere perennemente.

La storia raccontata nella mostra, storia di uomini e del loro rapporto con la madre e la natura, si intreccia con le storie degli uomini di oggi, legate da un filo che tutti accomuna e che è quello della Terra, Madre che ci ha generato e che ci nutre e ci sostenta.

La realizzazione pratica avverrà attraverso dei percorsi orientati e guidati, svolti ogni giorno e in varie lingue, a cura di operatori appositamente preparati e formati, e si concluderà in uno spazio appositamente allestito - posto al termine del percorso - all’interno del quale ogni visitatore potrà lasciare la sua testimonianza diretta.

Questo luogo dotato di telecamera, che chiameremo Critic Globe consentirà a ciascun visitatore di raccontare e registrare la sua personale esperienza in formato video, secondo i temi individuati.

In tale ottica ogni esperienza sensoriale sarà incoraggiata: non solo raccontare ma anche cantare nenie e filastrocche, piuttosto che mostrare immagini legate a questi argomenti (verrà creata un'apposita pagina Facebook dinamica/sito internet che  accoglierà i documenti video e funzionerà come vetrina del progetto per tutta la sua durata, per la cui promozione sarà attivata una campagna social mirata)

Uno staff di registi e antropologi visuali si occuperà durante il periodo della mostra, di selezionare le testimonianze più significative, raccogliendole in un video work in progress, che si arricchirà quotidianamente dei contributi dei visitatori, come tessere di un mosaico digitale costituente la parte contemporanea e viva del racconto storico. 

Progetti speciali di accompagnamento alla visita , per il tramite di mediatori culturali, saranno rivolti alle comunità straniere in accordo con le associazioni del territorio che si occupano di integrazione e per la formazione di gruppi da portare alla mostra, realizzati sul format, già sperimentato con successo, di Roma Caput Mundi.

L’idea è quella di andare incontro ai bisogni di partecipazione delle persone con l'obiettivo e l'auspicio che questa modalità possa rendere maggiormente consapevoli i visitatori nella fruizione del bene culturale e, lasciando un segno tangibile: continuare a vivere nella vita del monumento stesso.

 

bookshop
guardaroba
sito accessibile

NEWS

  • IL PARCO ARCHEOLOGICO DEL COLOSSEO RIAPRE IL 1 GIUGNO 2020
    Nuova bigliettazione e quattro parole chiave: sicurezza, accessibilità, accoglienza, emozioni

 

 

Info e Prenotazioni

dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00
il sabato dalle 9.00 alle 14.00



Modalità di accesso
Si comunica che per motivi di sicurezza il  Colosseo  può ospitare massimo 3.000 persone in contemporanea. Tale potrebbe comportare rallentamenti nell'accesso al sito, anche per i visitatori prenotati.


Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito al sito per tutti i visitatori secondo gli orari ordinari di apertura.

+39 06 399 67 700

TERRANTICA
VOLTI, MITI E IMMAGINI DELLA TERRA NEL MONDO ANTICO


Roma

Coopculture

Biglietteria

chiudi