Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI nell’Europa della guerra (1936- 1948)
    SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI nell’Europa della guerra (1936- 1948)
    Venezia - Mostre, dal 03/02/14 al 28/02/14
  • Museo Ebraico di Venezia
    SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI nell’Europa della guerra (1936- 1948)
    Museo Ebraico di Venezia, dal 03/02/14 al 28/02/14

SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI nell’Europa della guerra (1936- 1948)

Venezia
Mostre

 

Dalla loro riscoperta ad Atene nel 1896, i Giochi Olimpici contemporanei appassionano e occupano uno spazio crescente nell’immaginario collettivo, nella società e nella vita politica.      

Le Olimpiadi verranno strumentalizzate dal punto di vista ideologico per la diffusione della propaganda nazista in Europa. Come reazione, vengono lanciati diversi appelli a boicottare i Giochi in nome dei principi fondamentali delle democrazie e dello spirito olimpico. L’inefficacia delle campagne di opinione per il boicottaggio, la rinuncia dei comitati olimpici nazionali a prendere posizione, nonché l’inedita risonanza mediatica attorno a questa edizione dei Giochi sembrano rendere inevitabile lo svolgimento dell’Olimpiade a Berlino.      

Quando la seconda guerra mondiale scatena in Europa il terrore nazista, lo sport diventa uno strumento di sottomissione e di crudeltà usato contro le vittime dell’universo concentrazionario.  

La mostra, curata dal Mémorial de la Shoah di Parigi, è stata fortemente voluta dalla Comunità Ebraica di Venezia e Coopculture sostenuti dal Mémorial de la Shoah di Parigi . 

link:

bookshop
caffetteria

Alef, la libreria del ghetto: bookshop del museo specializzato in cultura e religione ebraica
 

NEWS

 

  • presentazione del libro "Solo una parola. Una storia ai tempi delle leggi razziali"

​Domenica 13 gennaio alle 17.00
Sala Montefiore, Ghetto vecchio

Matteo Corradini presenta il suo ultimo libro Solo una parola edito da Rizzoli.
Lo spunto della narrazione viene dalla storia vera di Roberto Bassi, bambino ebreo veneziano all'epoca involontario protagonista dell'applicazione delle leggi razziali.


Info e Prenotazioni

+39 041 715 359

SPORT, SPORTIVI E GIOCHI OLIMPICI nell’Europa della guerra (1936- 1948)


Venezia

Coopculture

Biglietteria

Biglietto d'ingresso
  • - Intero € 4
  • - Ridotto € 3

chiudi