Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Chiara Caselli. Come allo specchio | Roma Fotografia 2020 Eros
    Chiara Caselli. Come allo specchio | Roma Fotografia 2020 Eros
    Roma - Mostre, dal 11/03/20 al 22/03/20
  • Palazzo Merulana
    Chiara Caselli. Come allo specchio | Roma Fotografia 2020 Eros
    Palazzo Merulana, dal 11/03/20 al 22/03/20

Chiara Caselli. Come allo specchio | Roma Fotografia 2020 Eros

Roma
Mostre

 

++AVVISO IMPORTANTE+++
Si comunica che, in considerazione dell’indicazione del  DPCM di “sospendere  le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura”, l'inaugurazione dell'11 marzo è annullata. Resta regolarmente fruibile al pubblico la mostra. 

 

Chiara Caselli è l’artista scelta per la seconda tappa del ciclo di tre mostre tutte al femminile ospitate da Palazzo Merulana e fulcro del programma di Roma Fotografia 2020 Eros.

Talento eclettico, è una delle attrici più versatili della sua generazione, nota per aver recitato per autori come Michelangelo Antonioni, Liliana Cavani, Gus Van Sant, solo per citarne alcuni, sino all’ultimo film di Pupi Avati,  ma è anche regista e fotografa con partecipazioni alla Biennale di Venezia e all’ultima edizione della Photo Biennale di Mosca, unica fotografa donna accanto a Mimmo Jodice e Gianni Berengo Gardin.

Come allo specchio, a cura di Giovanni Pelloso, già nel titolo dichiara l’orizzonte visivo dell’autrice che ha declinato il tema di Eros in una narrazione per immagini di un’estate passata, in cui lo specchio è insieme materia e metafora della nostalgia e del desiderio.

Nostalgia – dal greco nóstos, ritorno, e algia, dolore, di quanto invano si vorrebbe non fosse stato – e Desiderio come sentimento della mancanza, sono il nutrimento di questo suo racconto per immagini scandito dal nome dei mesi, in cui il tempo non è però da intendersi come regolare successione di eventi,  ma come tempo interiore, estensione dell’anima, presente del passato, dilatato ed eterno.

Il non collocarsi in uno spazio e in un tempo definito è d’altronde connaturato a tutto il lavoro di Chiara Caselli come fotografa. La sua è una fotografia insieme evocativa ed essenziale nel suo essere priva di aneddoti, una fotografia silenziosa e fortemente espressiva coniugata ad un rigoroso controllo di tutto il processo creativo, dalla composizione formale delle immagini alla stampa che segue personalmente, sino al disegno dell’allestimento site conditioned.
Un controllo non fine a sè stesso, ma che è parte essenziale della sua necessità di sviluppare appieno tutte le potenzialità del racconto; sia attraverso la scelta dei materiali – dalle miniature su velina giapponese di fibra di gelso alle stampe di grande formato che accolgono le albe – sia nell’utilizzare l’ampiezza della sala espositiva per creare un abbraccio di luce ad accogliere un racconto che resta intimo e segreto.

In un filo rosso che la lega a Tina Modotti, leggendaria fotografa, diva del cinema muto e  attivista  – cui è dedicata la mostra di apertura di Roma Fotografia 2020 Eros – Chiara Caselli interpreta il tema del desiderio con uno sguardo che si distingue per originalità e profondità, in una una contemporaneità? intrisa di classicismo.

Nata a Bologna, Chiara Caselli è fotografa, attrice e regista.

Ha iniziato a fotografare all’età di 14 anni quando il padre le regalò una Olympus  OM1. Espone dal 2008. Nel 2011 è al Padiglione Italia della Biennale di Venezia e al Festival Internazionale di Fotografia di Roma. Nel Maggio 2014 la sua prima personale a Tokyio; nel 2018 partecipa alla Moscow Photo Biennale, unica fotografa donna accanto a Mimmo Jodice e Berengo Gardin.

Debutta come regista nel 2000 con il cortometraggio Per Sempre, presentato in concorso al Festival di Venezia e vincitore del Nastro d’Argento. Nel 2016 il suo corto Molly Bloom, dall’Ulisse di James Joyce è presentato al Festival di Venezia e vince il Premio Speciale Nastri d’Argento nel 2017.

La sua carriera d’attrice cinematografica inizia a 19 anni e presto diventa una delle attrici più versatili e internazionali della sua generazione. Ha recitato, tra gli altri, per Michelangelo Antonioni, Liliana Cavani, Marco Tullio Giordana, Gus Van Sant, Dario Argento. Il suo ultimo film è  Il Signor Diavolo di Pupi Avati con il quale sta per tornare a lavorare in Lei mi parla ancora.

Inaugurazione 11 marzo ore 18.30 ad ingresso libero
 

bookshop
guardaroba
caffetteria
sito accessibile

 

  • DA MERCOLEDI' 15 LUGLIO 2020 PALAZZO MERULANA RIAPRE AL PUBBLICO
    MODALITA' DI VISITA

     

    Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Tina Modotti. L’Eros della Rivoluzione” 
    Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta. 
    Per accedere alle sale espositive di Palazzo Merulana è obbligatorio per i visitatori indossare una mascherina che copra naso e bocca, che andrà tenuta indossata per tutta la durata della visita. Al loro ingresso, i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e per colori i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato. 
    All’interno delle sale espositive di Palazzo Merulana occorre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti. L’accesso alle sale espositive è consentito esclusivamente accompagnati da una figura del Palazzo. 
    Si raccomanda a tutti i visitatori di Palazzo Merulana di seguire e rispettare con attenzione le regole sanitarie, poste a garanzia della salute e della sicurezza di tutti. Queste includono, oltre all’indossare una mascherina che copra naso e bocca per tutta la durata della visita, anche l’igienizzazione delle mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso delle sale espositive di Palazzo Merulana, e l’utilizzo degli ascensori strettamente consentito a persone con difficoltà deambulatorie o con particolari condizioni di salute che lo suggeriscano che comunque è possibile solo una persona per volta o più se appartenenti allo stesso gruppo familiare. 

Info e Prenotazioni

+39 06 39967800

Chiara Caselli. Come allo specchio | Roma Fotografia 2020 Eros


Roma

Coopculture

Biglietteria

Come Acquistare

Biglietto on-line
  • Ticket On LIne
Pacchetto
  • Dal 12 marzo al 22 marzo 2020 a Palazzo Merulana per Roma Fotografia 2020 EROS
    Orari: Da mercoledì a lunedì, dalle 10.00 alle 20.00
    Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura del museo
    La mostra è visitabile con biglietto d’ingresso ordinario di Palazzo Merulana.
    – Intero 10.00 €
    – Ridotto 8.00 € (Giovani under 27, adulti over 65, insegnanti in attività, possessori di Cartax2)
    – Gratuito (bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori Palazzo Merulana Pass e Palazzo Merulana Pass Young)

    BIGLIETTO “EROS CARD”
    15.00 €
    Il biglietto consente l’accesso illimitato dal 23 febbraio al 4 aprile alla Collezione Cerasi, alle mostre di Roma Fotografia 2020, e ai talk in occasione di RF2020, con la possibilità di prenotare il proprio posto agli incontri (nei limiti della disponibilità prevista).

chiudi