Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • DTC Lazio Risultati e nuove opportunità per i beni culturali
    DTC Lazio Risultati e nuove opportunità per i beni culturali
    focus su I Grandi Eventi

DTC Lazio Risultati e nuove opportunità per i beni culturali

 

La Regione Lazio ha presentato a Roma, presso la sede di Lazio Innova, i risultati del bando “Ricerca e Sviluppo di Tecnologie per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale” e le prossime azioni in campo per il Distretto Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali del Lazio (Dtc Lazio).

A presentare l’evento il presidente Nicola Zingaretti, il ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, l'assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Start-Up e Innovazione, Paolo Orneli, la prorettrice alle Infrastrutture e Strumenti per la Ricerca di Eccellenza dell’università La Sapienza e coordinatrice del Centro di Eccellenza del Dtc Lazio, Maria Sabrina Sarto, e il presidente di Lazio Innova, Nicola Tasco.

Il bando, il secondo realizzato nell’ambito del Dtc Lazio, mette a disposizione oltre 23 milioni di euro per finanziare progetti di innovazione tecnologica per la valorizzazione e lo sviluppo dei beni culturali del Lazio.

Nella prima fase del bando, finanziata con oltre 3,5 mln di euro, la Regione ha selezionato 49 progetti che coinvolgono 247 luoghi della cultura in tutto il Lazio: aree e parchi archeologici, complessi monumentali, ville, palazzi, abbazie, musei e gallerie, archivi e biblioteche.
Tra questi è stato premiato il progetto S.E.A. sailing experience accessibility che CoopCulture porterà avanti con Sapienza Università di Roma e il CNR Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione.
“Un progetto che ha la capacità di coniugare innovazione, dimensione umana e territorio. - commenta così la presidente CoopCulture Giovanna Barni- Il Santa Severa. Museo del Mare e della Navigazione Antica sarà il centro di un'esperienza immersiva grazie a itinerari virtuali e fisici alla scoperta del territorio e di immedesimazione con gli abitanti del mare, i naviganti e gli archeologi subacquei.”