Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Da Piazza Fontana a Giuseppe Pinelli. I morti innocenti, i carnefici spietati di 50 anni fa e lo Stato
    Da Piazza Fontana a Giuseppe Pinelli. I morti innocenti, i carnefici spietati di 50 anni fa e lo Stato
    Roma - Iniziative Speciali, 15/12/2019
  • Palazzo Merulana
    Da Piazza Fontana a Giuseppe Pinelli. I morti innocenti, i carnefici spietati di 50 anni fa e lo Stato
    Palazzo Merulana, 15/12/2019

Da Piazza Fontana a Giuseppe Pinelli. I morti innocenti, i carnefici spietati di 50 anni fa e lo Stato

Roma
Iniziative Speciali

 

A 50 anni dalla strage di Piazza Fontana e dal 15 dicembre 1969 che vide la defenestrazione dell’anarchico Giuseppe Pinelli, una serata per discutere sugli avvenimenti di quel complesso inverno milanese.

Chi costruì la pista anarchica con cui colpire i capri espiatori e proteggere i terroristi neri e i golpisti?
Perché non è mai stata fatta giustizia per le vittime del terrore che da allora ha insanguinato così a lungo l’Italia?
Ne parlano gli autori di due libri che sono tornati a scavare in un passato ancora recente nella memoria collettiva.

Intervengono:

Paolo Brogi,  autore de Pinelli l’innocente che cadde giu’
Paolo Morando,  autore de Prima di Piazza Fontana
Davide Conti, Consulente Archivio Storico del Senato

 Paolo Brogi  è un giornalista, scrittore e blogger italiano.

Per la carta stampata ha lavorato per una decina d’anni all’Europeo e altri quindici al Corriere della Sera, in precedenza a Reporter e Lotta continua.
Dal 17 gennaio 2010 ha avviato questa nuova avventura online, Brog, www.brogi.info, che fornisce  informazioni di cronaca, politica, cultura.
Libri pubblicati di recente: “La lunga notte dei Mille” (Aliberti editore),  “Uomini e donne del Sud” (Imprimatur), “Eroi e poveri diavoli della Grande Guerra” (Imprimatur), “Ho avuto un’idea” (Imprimatur), “Impiccateli! Le storie eroiche di Cesare Battisti e Nazario Sauro a cento anni dalla morte” (Imprimatur). Ha infine pubblicato con Lswr “Eating in Trastevere” e con Compagnia editoriale Aliberti “Il Parmigiano Re”. Ultima fatica: “’68, ce n’est qu’un début. Storie di una rivolta” uscito per Imprimatur nell’autunno 2017.

Paolo Morando è giornalista, vive e lavora a Trento dove è vicecaporedattore del quotidiano il “Trentino”. Ha contribuito al volume Uscire dalla Seconda Repubblica. Una scuola democratica per superare il trentennio di crisi della politica (a cura di Mario Castagna, Carocci 2010).

Altre pubblicazioni:
Per Laterza è autore di Dancing Days. 1978-1979.
I due anni che hanno cambiato l’Italia (2009), ’80.
L’inizio della barbarie (2016),
Prima di Piazza Fontana. La prova generale (2019)

Davide Conti, romano, laureato in Sociologia presso la facoltà di Sociologia dell’Università “La Sapienza”. Dottore di ricerca in storia contemporanea presso il Dipartimento di Storia Moderna e Contemporanea della facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università “La Sapienza”. Dal 2007 Ricercatore della Fondazione Lelio e Lisli Basso dove svolge attività di docenza di storia dell’Italia repubblicana ed è coordinatore responsabile dei corsi della Scuola di Giornalismo.
È storico e consulente dell'Archivio Storico del Senato della Repubblica. Ha collaborato con la Procura della Repubblica di Brescia per la strage di Piazza della Loggia. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: L'anima nera della Repubblica. Storia del Msi (Laterza 2013), La Resistenza di Mario Fiorentini e Lucia Ottobrini dai Gap alle Missioni Alleate (Senato della Repubblica 2016) e Guerriglia partigiana a Roma (Odradek 2016). Per Einaudi ha pubblicato Gli uomini di Mussolini (2017 e 2018).

bookshop
guardaroba
caffetteria
sito accessibile

 

  • DA MERCOLEDI' 15 LUGLIO 2020 PALAZZO MERULANA RIAPRE AL PUBBLICO
    MODALITA' DI VISITA

     

    Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Tina Modotti. L’Eros della Rivoluzione” 
    Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta. 
    Per accedere alle sale espositive di Palazzo Merulana è obbligatorio per i visitatori indossare una mascherina che copra naso e bocca, che andrà tenuta indossata per tutta la durata della visita. Al loro ingresso, i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e per colori i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato. 
    All’interno delle sale espositive di Palazzo Merulana occorre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti. L’accesso alle sale espositive è consentito esclusivamente accompagnati da una figura del Palazzo. 
    Si raccomanda a tutti i visitatori di Palazzo Merulana di seguire e rispettare con attenzione le regole sanitarie, poste a garanzia della salute e della sicurezza di tutti. Queste includono, oltre all’indossare una mascherina che copra naso e bocca per tutta la durata della visita, anche l’igienizzazione delle mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso delle sale espositive di Palazzo Merulana, e l’utilizzo degli ascensori strettamente consentito a persone con difficoltà deambulatorie o con particolari condizioni di salute che lo suggeriscano che comunque è possibile solo una persona per volta o più se appartenenti allo stesso gruppo familiare. 

Info e Prenotazioni

0639967800

Da Piazza Fontana a Giuseppe Pinelli. I morti innocenti, i carnefici spietati di 50 anni fa e lo Stato


Roma

Coopculture

Biglietteria

Pacchetto
  • Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti disponibili
     

chiudi