Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Presentazione del libro Assisi raccontata da Ivana della Portella
    Presentazione del libro Assisi raccontata da Ivana della Portella
    Roma - Iniziative Speciali, 28/09/2019
  • Palazzo Merulana
    Presentazione del libro Assisi raccontata da Ivana della Portella
    Palazzo Merulana, 28/09/2019

Presentazione del libro Assisi raccontata da Ivana della Portella

Roma
Iniziative Speciali

 

Palazzo Merulana ospita la presentazione del libro “Assisi raccontata da Ivana Della Portella” per la collana “Le guide raccontate di CoopCulture”

Assisi città della pace. Assisi che, come scriveva Carducci, “è insieme Paese, Città e Santuario”. Assisi Città di San Francesco. Quante e quali chiavi di racconto possono essere utilizzate per parlare della meravigliosa e mistica località umbra? E, soprattutto, quali aspetti non sono stati ancora esplorati? Qual è il valore aggiunto che una nuova guida può dare al viaggiatore che la visita per la prima volta o che qui ritorna?

L’autrice Ivana Della Portella ha cercato un tratto caratteristico che potesse raccontare più di ogni altro questo luogo, e lo ha trovato nella parola ascensionalità: “L’ascensionalità è la cifra non solo architettonica di Assisi ma anche spirituale, cifra che per altro esercita ancor oggi, erigendosi a città della pace – ha spiegato – Da questa considerazione è nato un racconto sentimentale dal carattere letterario. Un’opera destinata al viaggiatore colto e raffinato, che cerca un approccio diverso rispetto alle sole informazioni turistiche, logistiche e architettoniche che può trovare altrove”.

Ed ecco allora che tra le pagine di questo prezioso volume ci si imbatte nelle descrizioni di Guido Piovene (“Assisi è tutta aperta. Dal nodo di vie medievali a cui sovrastano la Rocca Maggiore ed il monte, in cui la sera ci si arrampica tra le luminarie, dalle numerose terrazze, si aprono panorami idillici, talvolta subitanei, sulla pianura sottostante” – Viaggio In Italia); nei versi di Dante (Di questa costa, là dov’ella frange più sua rattezza, nacque al mondo un sole, come fa questo tal volta di Gange – Paradiso, XI); in quelli di Giosuè Carducci (Su l’orizzonte del montan paese, Nel mite solitario alto splendore, Qual del tuo paradiso in su le porte, Ti vegga io dritto con le braccia tese Cantando a Dio- Sonetto Santa Maria degli Angeli, da Antologia carducciana), nelle Elegie di Properzio, definito dall’autrice “il nume tutelare” di Assisi.
Assisi non si può spiegare, non si possono spiegare i miracoli pittorici della Basilica del Santo né la scoperta della città sotterranea fatta di Domus romane: la si può solo raccontare. E il racconto di Ivana Della Portella è da non perdere.

Introduce
Letizia Casuccio (Direttore Generale CoopCulture)

Saluto
Stefania Proietti (Sindaco di Assisi)

Intervengono
Roberta Alberotanza (già Presidente Comitato Cultura del Consiglio d’Europa)
Marina Piranomonte (Archeologa, Soprintendenza speciale di Roma)
Andrea Scazzola (Giornalista, inviato di “dimartedì”)
Francesco Palombi (Editore)

conclude

Ivana Della Portella (Storica dell’arte, Saggista)

Chiusura musicale Duo Orpheus

Francesca Romana Iorio (mezzosoprano)
Giovanni Cernicchiaro (chitarra)

Ivana Della Portella – Storica dell’arte e critica d’arte. Ha collaborato con riviste e quotidiani nazionali («Paese Sera» e «l’Unità») con recensioni, interviste e rubriche culturali. Ha curato filmati e dossier sul patrimonio monumentale e organizzato mostre ed eventi culturali. È stata eletta Consigliere Comunale di Roma (dal 1993) per diverse legislature (sino al 2007) con l’incarico di Vicepresidente della Commissione Cultura e anche come Presidente della Commissione Consiliare Ambiente. È stata Consigliere direttivo del Parco dell’Appia Antica (1998) e Direttore del Centro di documentazione intitolato ad Antonio Cederna (1999). È stata membro del Comitato per la bellezza intitolato ad Antonio Cederna. È stata Presidente della società Zètema progetto cultura (2007-2008). Ha scritto: “Roma Sotterranea” (Newton Compton edizioni, 1996); “Roma Sotterranea” (Arsenale Editrice, 1999);  “Appia Antica” (Arsenale Editrice, 2003) “Tutta Roma” catalogo di Martin Parr (Edizioni Contrasto, 2006). Questi suoi libri sono stati tradotti in diverse lingue. “Viaggio sentimentale nei dintorni di Roma” (Palombi Editori, 2014): Premio letterario 2015 dell’Associazione italiana del libro e premio Res Tipica. Italia da conoscere. La narrazione del territorio (ANCI). Inoltre vari altri contributi scientifici in cataloghi e riviste.

bookshop
guardaroba
caffetteria
sito accessibile

NEWS

  • In occasione dell’allestimento della mostra VITTORIO STORARO. SCRIVERE CON LA LUCE, che aprirà al pubblico a partire da venerdì             
    18 settembre 2020, le sale espositive di Palazzo Merulana saranno chiuse al pubblico nei giorni 16 e 17 settembre 2020.
    In questi due giorni, il CafeCulture seguirà i seguenti orari:
    mercoledì 16 settembre 2020, dalle 9 alle 21
    giovedì 17 settembre 2020, dalle 9 alle 15

 

 

  • DA MERCOLEDI' 15 LUGLIO 2020 PALAZZO MERULANA RIAPRE AL PUBBLICO
    MODALITA' DI VISITA

     

    Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Tina Modotti. L’Eros della Rivoluzione” 
    Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta. 
    Per accedere alle sale espositive di Palazzo Merulana è obbligatorio per i visitatori indossare una mascherina che copra naso e bocca, che andrà tenuta indossata per tutta la durata della visita. Al loro ingresso, i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e per colori i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato. 
    All’interno delle sale espositive di Palazzo Merulana occorre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti. L’accesso alle sale espositive è consentito esclusivamente accompagnati da una figura del Palazzo. 
    Si raccomanda a tutti i visitatori di Palazzo Merulana di seguire e rispettare con attenzione le regole sanitarie, poste a garanzia della salute e della sicurezza di tutti. Queste includono, oltre all’indossare una mascherina che copra naso e bocca per tutta la durata della visita, anche l’igienizzazione delle mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso delle sale espositive di Palazzo Merulana, e l’utilizzo degli ascensori strettamente consentito a persone con difficoltà deambulatorie o con particolari condizioni di salute che lo suggeriscano che comunque è possibile solo una persona per volta o più se appartenenti allo stesso gruppo familiare. 

Info e Prenotazioni

0639967800

Presentazione del libro Assisi raccontata da Ivana della Portella


Roma

Coopculture

Biglietteria

Pacchetto
  • Partecipazione gratutita fino ad esaurimento posti disponibili 

chiudi