Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • CoopCulture al Salone del Libro 2019
    CoopCulture al Salone del Libro 2019
    focus su I Grandi Eventi

CoopCulture al Salone del Libro 2019

 

32° SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO | 9 -13 MAGGIO 2019

Il Mondo Cooperativo: Visioni, Valori, Buone Pratiche e Progetti per il futuro del Paese

L’Alleanza delle Cooperative Italiane Comunicazione è presente, con il suo stand (Pad Oval/X26-Y25) e un ricco programma di incontri, alla 32° edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, collaborando con tutti i partner della filiera editoriale indipendente, con il Salone stesso e le Istituzioni, per rinnovare l’impegno a far crescere la lettura e con essa la cultura e la partecipazione consapevole nel Paese. Quest’anno dal Salone del Libro di Torino prenderà il via “Obiettivo Lettura”, progetto della Cooperazione per consolidare e accrescere il proprio impegno e le proprie buone pratiche per la crescita dei lettori in Italia. Si partirà dal Salone per raccogliere idee e progetti di promozione della lettura, e giungere nel corso di un anno a coinvolgere le cooperative di ogni settore e i loro soci in azioni e iniziative a favore della crescita della lettura in Italia. L’obiettivo è, anche, quello di offrire un contributo cooperativo ai Patti territoriali sulla lettura esistenti o a nuovi Patti in territori che ne siano privi, avvalendosi delle molteplici buone pratiche cooperative in atto in vari settori e del forte rapporto con il territorio e le comunità locali. Un impegno che punta a coinvolgere milioni di soci per contribuire, tutti insieme, a far crescere la lettura e con essa, consapevolezza, bisogno di partecipazione e desiderio di protagonismo dei cittadini: elementi fondamentali e indispensabili sui quali da sempre lavora il Movimento Cooperativo. 

CoopCulture partecipa a due importanti panel giovedì 9 maggio

17:30-18.30 | Sala Magenta | PAD 3 "Cooperare per un'Europa delle culture": L'Europa delle Culture: interculturalismo, inclusione, legalità, sicurezza L’iniziativa prende spunto dal manifesto #CoopsInspireChange, Cooperatives for a people-centred Europe di Cooperatives Europe e da documenti di indirizzo e scelte di investimento della Commissione Europea che sottolineano l’importanza trasversale della cultura per la creazione di società interculturali e inclusive (vedi il programma di Creative Europe 2021-2027). Di fatto, c’è un’Europa della cultura e della ricerca, che ha già una sua forte identità e la cultura è parte fondamentale di processi di inclusione sociale, di dialogo, di pace e collaborazione tra i popoli. Intervengono: Irene Bongiovanni, Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione; Giovanna Barni, Alleanza Cooperative Italiane e Cultural Action Europe; Giuseppe Guerini, CECOP-CICOPA; Stefania Marcone, Vice Presidente Cooperatives Europe; Giovanni Oliva*, Segretario Generale Fondazione Matera-Basilicata 2019; Matteo Carli, Puntozero; Micaela Casalboni, Cooperativa Compagnia Teatro dell'Argine Modera: Mattia Affini, coordinatore Giovani Alleanza Cooperative Italiane Conclude: Carlo Scarzanella, Presidenza Alleanza Cooperative Italiane Comunicazione e Board ICA 

13:30-15:00 | PAD OVAL | X26-Y25 Nuovi strumenti e nuovi canali distributivi per la filiera editoriale. Esperienze in atto e progetti. Intervengono: Massimo Cossavella*, Novacoop; Vittoriano Ferioli, Circoli Cooperativi; Claudia Grasso, coop. Arca; Marco Manzella, Keep On lIve; Valerio Pancaldi, SCS Consulting; Lucetta Paschetta, Doc Libris (GDO); Giancarlo Stellin, Doc Servizi filiale di Novara; Michela Zanon, Coopculture Modera: Gianni Svaldi, giornalista