Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • MFR |Ritratti nel secolo breve. Due fotografe raccontano i loro incontri con i protagonisti della cultura novecentesca. Di Paola Agosti e Giovanna Borgese
    MFR |Ritratti nel secolo breve. Due fotografe raccontano i loro incontri con i protagonisti della cultura novecentesca. Di Paola Agosti e Giovanna Borgese
    Roma - Lezioni e conferenze, 16/03/2019
  • Palazzo Merulana
    MFR |Ritratti nel secolo breve. Due fotografe raccontano i loro incontri con i protagonisti della cultura novecentesca. Di Paola Agosti e Giovanna Borgese
    Palazzo Merulana, 16/03/2019

MFR |Ritratti nel secolo breve. Due fotografe raccontano i loro incontri con i protagonisti della cultura novecentesca. Di Paola Agosti e Giovanna Borgese

Roma
Lezioni e conferenze

 

Il Mese della Fotografia a Roma 2019, alla sua prima edizione, promosso dall’associazione Faro, espone, narra e apre attraverso un grande evento cittadino al mezzo fotografico, raccontato da chi la fotografia la fa, tutti i giorni.

Oltre ad esporre la mostra L’Anima di Roma presentata da Franco Fontana e Quelli di Franco Fontana, dal 3 al 17 marzo 2019, Palazzo Merulana ospita numerosi eventi, tra talk, conferenze, incontri che indagano la fotografia nelle sue molteplici forme.

 

Le fotografie scompigliano la stabilità apparente dei lineamenti, scavano nell’effimero e nel provvisorio, graffiano il certo, indicano assonanze”.

Nel corso degli anni Settanta e in quelli successivi, Paola Agosti e Giovanna Borgese fotografano ritratti dedicati agli scrittori e ad altri protagonisti, non solo italiani, della cultura e dell’arte: da De Chirico a Warhol, da Borges a Yourcenar, da Ginsberg a Garcia Marquez.

Per ognuno hanno un ricordo, un’emozione, un evento da raccontare per far restare il pubblico affascinato. Cercano nei ritratti, nei personaggi l’emozione: immagini di personaggi famosissimi eppure di una semplicità assoluta, come sono Paola Agosti e Giovanna Borgese. Ricche di battaglie sostenute, di eventi vissuti, di personaggi fotografati ma sempre con la voglia di scoprire, di ricercare, di mostrare, di incuriosirsi di fronte al mondo e alla sua evoluzione.

Sala delle Sculture

Paola Agosti nata nel 1947 a Torino, ha iniziato nel 1969 la sua attività di fotografa indipendente che l’ha portata a compiere vari viaggi in Europa, in Sud America, negli Stati Uniti, in Africa. Ha incontrato e fotografato leader politici, uomini di cultura e artisti di fama internazionale. Si è occupata con particolare attenzione di volti e fatti del mondo femminile. Ha indagato la fine della civiltà contadina del Piemonte più povero, le vicende dell’emigrazione piemontese in Argentina e ha fotografato i grandi protagonisti della cultura europea del ‘900, realizzando alcuni volumi e mostre su questi temi. Ha pubblicato dal 1976 ad oggi numerosi libri fotografici e ha esposto le sue immagini (alcune delle quali fanno parte delle collezioni permanenti di vari musei) in Italia e all’estero. Negli ultimi anni ha inoltre curato vari volumi dedicati alle memorie familiari, storie individuali che diventano la Storia.

bookshop
guardaroba
caffetteria
sito accessibile

 

  • DA MERCOLEDI' 15 LUGLIO 2020 PALAZZO MERULANA RIAPRE AL PUBBLICO
    MODALITA' DI VISITA

     

    Il biglietto di ingresso consente l’accesso alla Collezione Cerasi, rinnovata nel suo allestimento e integrata di nuove opere inedite, e alla mostra “Tina Modotti. L’Eros della Rivoluzione” 
    Gli accessi alle sale espositive sono contingentati e organizzati su turni di ingresso previsti ogni ora dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00, per un massimo di 20 persone alla volta. 
    Per accedere alle sale espositive di Palazzo Merulana è obbligatorio per i visitatori indossare una mascherina che copra naso e bocca, che andrà tenuta indossata per tutta la durata della visita. Al loro ingresso, i visitatori saranno sottoposti alla misurazione della temperatura corporea e per colori i quali questa risulterà superiore ai 37,5°C, l’accesso verrà negato. 
    All’interno delle sale espositive di Palazzo Merulana occorre mantenere la distanza interpersonale di almeno un metro, al fine di evitare assembramenti. L’accesso alle sale espositive è consentito esclusivamente accompagnati da una figura del Palazzo. 
    Si raccomanda a tutti i visitatori di Palazzo Merulana di seguire e rispettare con attenzione le regole sanitarie, poste a garanzia della salute e della sicurezza di tutti. Queste includono, oltre all’indossare una mascherina che copra naso e bocca per tutta la durata della visita, anche l’igienizzazione delle mani tramite una soluzione idro-alcolica resa disponibile all’ingresso delle sale espositive di Palazzo Merulana, e l’utilizzo degli ascensori strettamente consentito a persone con difficoltà deambulatorie o con particolari condizioni di salute che lo suggeriscano che comunque è possibile solo una persona per volta o più se appartenenti allo stesso gruppo familiare. 

Info e Prenotazioni

Partecipazione gratuita fino ad esaurimento posti
+39 06 39967800

MFR |Ritratti nel secolo breve. Due fotografe raccontano i loro incontri con i protagonisti della cultura novecentesca. Di Paola Agosti e Giovanna Borgese


Roma

Coopculture

Biglietteria

chiudi