Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico
    Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico
    Roma - Mostre, dal 21/03/19 al 23/06/19
  • Palazzo Merulana
    Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico
    Palazzo Merulana, dal 21/03/19 al 23/06/19

Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico

Roma
Mostre

 

Palazzo Merulana presenta Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico,  una mostra curata da Fabio Benzi e incentrata sul famoso dipinto Primo Carnera del 1933.

Un’opera eccezionale della produzione del Maestro futurista. Dipinta sui due lati, con da una parte Vaprofumo del 1926, un soggetto tipicamente futurista che fu esposto nel 1928 alla mostra personale che Balla tenne agli Amatori e Cultori di Roma e che rappresenta appieno il giocoso sistema sinestetico del futurismo balliano dell’epoca: le forme chiare, i colori tenui, metallici e dorati, intendono evocare l’impressione olfattiva che si sprigiona da un flacone di profumo; la curiosa sagoma “bucata” del quadro rappresenta con le due aperture in alto le narici che percepiscono l’odore.

Sul verso dell’opera nel 1933, l’artista dipinge Primo Carnera che si ispira nitidamente a una foto di Elio Luxardo, amico di Marinetti (di cui fotografa la casa di piazza Adriana) e autore di un impressionante ritratto del pugile pubblicato sulla prima pagina della “Gazzetta dello Sport” nel 1933, quando diventò Campione del Mondo.
Questa immagine, diffusa simultaneamente in tutto il globo, costituisce la base iconografica del dipinto di Balla.

L’intenzione di far coincidere l’immagine dipinta con l’effetto del rotocalco è realizzato dall’artista applicando al fondo del dipinto una rete di metallo su cui poi dipinge, provocando un effetto di “retinatura”, identico a quello prodotto dalle immagini a stampa dei giornali.
Un confronto intenzionale, e per l’epoca straordinario, con i mezzi di diffusione di massa dell’immagine: elemento fondante, molti anni dopo, dell’universo figurativo del “pop art” americano (da Warhol a Lichtenstein).

È evidente che Balla studiasse un possibile sviluppo e rinnovamento del Futurismo trovando ispirazione, in sintonia con la sensibilità quotidiana della gente, nell’immaginario suscitato dal cinema, dalla fotografia di moda e di attualità, che quotidianamente si sfoglia su riviste patinate, che è simultaneamente guardata e imitata da milioni di persone
L’“avanguardia” del gusto è una sorta di immaginario di massa, di “avanguardia di massa”, concetto che egli sottolinea in un proclama futurista pubblicato nel 1930.

La mostra si propone quindi di indagare questo passaggio di stile, che sperimenta immagini che si associano fortemente, quasi violentemente, a quelle dei media dell’epoca, alla nascente iconicità dei divi mediatici (dello sport come del cinema).
In mostra si riuniscono, oltre ad alcuni dipinti più esplicitamente futuristi eseguiti negli stessi anni, le opere eseguite con quella tecnica a “retinatura”, mettendole a confronto con le immagini dei divi, realizzate da grandi fotografi come Luxardo e Ghergo, e con le riviste dell’epoca.


Giacomo Balla (1871–1958) è tra i primi protagonisti del divisionismo italiano, quando nei primi anni del ‘900 comincia a dipingere quadri di matrice pointilliste, senza aderire pienamente al programma dei suoi massimi esponenti. Diviene poi un esponente di spicco del Futurismo, firmando con Marinetti e altri tra cui Boccioni, Carrà e Russolo, i manifesti che sancivano gli aspetti teorici del movimento, il primo nel 1909 e in particolare nell’anno seguente, il Manifesto dei pittori futuristi. Dopo diversi anni di coinvolgimento attivo, nel 1937 scrive una lettera al giornale Perseo con la quale si dichiara estraneo alle attività futuriste: le opere degli anni ‘30 sono contrassegnate da un ritorno, seppur innovativo, alla figurazione.

bookshop
guardaroba
caffetteria
sito accessibile

In occasione dell’allestimento della mostra ‘La materia svelata’ dell’artista brasiliano Sidival Fila, Palazzo Merulana seguirà le seguenti variazioni di orario:

  • da mercoledì 28 agosto a domenica 1 settembre saranno accessibili la Sala delle Sculture al piano terra e il Secondo Piano della Collezione Cerasi, con tariffa ridotta a €4.
  • lunedì 2 settembre sarà accessibile esclusivamente la Sala delle Sculture al piano terra, con ingresso gratuito
  • nelle giornate di mercoledì 4 e giovedì 5 settembre, sarà eccezionalmente chiuso al pubblico
  • Palazzo Merulana riaprirà con orari e tariffe ordinarie a partire dal 6 settembre 2019

Info e Prenotazioni

+ 39 06 39967800

Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico


Roma

Coopculture

Biglietteria

Come Acquistare

Biglietto on-line
  • Ticket On LIne
Biglietto d'ingresso
  • - Intero € 10
  • - Ridotto € 8
Altre Riduzioni
  • Ridotto per giovani under 27, adulti over 65, insegnanti in attività, appartenenti a gruppi convenzionati
    Ridotto gruppi euro 8.00 a persona, con prenotazione obbligatoria
    Ridotto scuole euro 6.00 a studente, con prenotazione obbligatoria
    Gratuito per bambini under 7, un insegnante ogni 10 studenti, un accompagnatore ogni 10 persone, disabile con accompagnatore, possessori di Palazzo Merulana Pass, guide turistiche con patentino anche in occasione di sopralluogo 
Visite Didattiche e altri servizi acquistabili
    • VISITE DIDATTICHE GIACOMO BALLA, DAL FUTURISMO ASTRATTO AL FUTURISMO ICONICO
      Per entrare ancor di più nell’atmosfera anni ’30, Palazzo Merulana propone un intenso ciclo di visite didattiche! Approfondiremo insieme ad un operatore didattico il dialogo tra la Collezione Cerasi e le opere in mostra, alla scoperta di un universo figurativo del tutto innovativo nella produzione di Giacomo Balla. Un inedito Futurismo, per immedesimarsi con l’immaginario di massa che dilaga in quegli anni, segnando l’iconico passaggio verso una nuova avanguardia di gusto! 
      #PalazzoMerulanaBalla

      Modalità di partecipazione

      Visita euro 5.00 + Ingresso alla Collezione e mostra
      Intero euro 10.00, Ridotto euro 8.00 o Palazzo Merulana pass
      Prenotazione consigliata diritti di prenotazione euro 2.00
       
    • LA COLAZIONE DEL CAMPIONE
      sabato 20 aprile, ore 11.00
      Hai mai fatto un brunch con un campione del mondo? Un’esperienza di visita originale alla mostra Giacomo Balla. Dal Futurismo astratto al Futurismo iconico, per scoprire l’immaginario figurativo degli anni Trenta, seguita da un energetico brunch.

      Modalità di partecipazione
      Visita euro 12.00 + Ingresso alla Collezione e mostra
      Intero euro 10.00, Ridotto euro 8.00 o Palazzo Merulana pass
      Prenotazione consigliata diritti di prenotazione euro 2.00
      Il brunch comprende: uova strapazzate + salmone o bacon o funghi + insalata di spinacino + spremuta arancia
       
    • UN MENÙ FATTO AD ARTE!
      Corso breve di cucina futurista per bambini

      sabato 13 aprile, 18 maggio e 1 giugno, ore 16.30
      Svegliastomaco, Carneplastico, Datteri al chiaro di luna: sono solo tre dei nomi delle spiazzanti pietanze create dal genio futurista di Filippo Tommaso Marinetti e del poeta Fillìa che nel 1931 firmano il Manifesto della Cucina Futurista. Tre appuntamenti dedicati ai bambini dai 5 agli 11 anni per conoscere questa sfaccettatura fra le tantissime generate dal gruppo futurista. Contro la tradizione culinaria nazionale, i partecipanti potranno scoprire, come piccoli chef contemporanei, il valore della qualità estetica del cibo. Attraverso una visita didattica alle opere in mostra, la riflessione è arricchita da un momento di sperimentazione pratica degli ingegni gastronomici, coinvolgendo anche i genitori in una degustazione collettiva nel foyer. 

      Modalità di partecipazione
      Attività singola euro 10,00 + Ingresso alla Collezione e mostra
      Bambini dai 8 ai 11 anni euro 4.00
      Bambini dai 5 ai 7 anni Gratuito
      Abbonamento a tre attività euro 20,00 + Palazzo Merulana Pass Young
      Bambini dai 8 ai 11 anni euro 15.00
      Bambini dai 5 ai 7 anni Gratuito
      Prenotazione consigliata diritti di prenotazione euro 2.00

chiudi