Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • M'illumino di meno 2019
    M'illumino di meno 2019
    Torino, Cuneo, Palermo, Agrigento, Prato, Prato - Iniziative Speciali, 01/03/2019
  • La Venaria Reale
    M'illumino di meno 2019
    01/03/2019
  • Museo Civico Casa Cavassa
    M'illumino di meno 2019
    01/03/2019
  • Museo Palazzo Pretorio
    M'illumino di meno 2019
    01/03/2019
  • Museo archeologico F. Nicosia e Parco Archeologico di Carmignano
    M'illumino di meno 2019
    01/03/2019
  • Museo Archeologico Regionale
    M'illumino di meno 2019
    01/03/2019
  • Orto Botanico dell’Università degli studi di Palermo
    M'illumino di meno 2019
    01/03/2019

M'illumino di meno 2019

Venaria Reale Saluzzo Palermo Agrigento Carmignano Prato
Iniziative Speciali

 

In occasione dell'evento M'illumino Di Meno 2019, l'iniziativa organizzata da Caterpillar e Rai Radio2, CoopCulture propone un programma di eventi in varie località d'Italia

PROGRAMMA

PIERMONTE

  • M’ILLUMINO DI MENO…L’ARTE AL CHIAROR DI LUNA
    La Venaria Reale
    venerdì 1 marzo, ore 19
    In occasione della riapertura al pubblico degli Appartamenti Reali del Parco La Mandria e in concomitanza con la giornata del risparmio energetico 2019, un bizzarro viaggio nel tempo alla scoperta di luoghi, storie e personaggi...al lume di torcia!
    Un'occasione unica per grandi e piccoli per vedere la realtà che ci circonda sotto una luce diversa!

    Modalità di partecipazione
    info e prenotazioni 011 4992333 
    prenotazione obbligatoria 
    costo: euro 10,00 a persona + ingresso al sito con visita
     

  • M’ILLUMINO DI MENO A SALUZZO
    Casa Cavassa
    venerdì 1 marzo, ore 21
    I musei di Saluzzo partecipano all’iniziativa con l’apertura extra orario di Casa Cavassa e una visita tematica che tocca luoghi significativi, il tutto accompagnato dalle corroboranti tisane calde offerte al museo civico.
    Casa Cavassa anziché chiudere alle 18, prolungherà l’apertura fino alle 20.00 con visite guidate in partenza ogni mezz’ora (ultima visita alle 19.30). La penombra, suggestiva ed evocativa, impone l’ingresso esclusivamente al seguito della guida.
    Alle 21.00 prenderà il via l’iniziativa tematica. La visita condurrà da Casa Cavassa alla Castiglia, alla ricerca dei segni e degli oggetti nella vita quotidiana del passato, di quando ancora non esisteva il concetto di economia circolare ma si praticava il riuso e il riciclo nella normalità, per necessità e consuetudine. Non solo gli oggetti di Casa Cavassa ma anche l’acqua sarà un elemento importante; dal museo infatti si proseguirà verso il pozzo San Giovanni e la cisterna in Salita al Castello per riflettere sull’uso e riciclo legato a questo importante bene comune.

    Modalità di partecipazione
    info e prenotazioni all’Ufficio Turistico IAT, in piazza Risorgimento, 1, Saluzzo, al numero verde: 800392789 o con email: saluzzo@coopculture.it
    prenotazione consigliata
    costo: euro 2,00 a persona + ingresso al sito con visita
     

SICILIA

  • LE LUCERNE DI DEMETRA, ECATE E KORE - DA PROMETEO ALLA PLAY
    Museo Archeologico Pietro Griffo- Agrigento
    Venerdì 1 marzo, ore 17.00
    Bambini dai 6 ai 12 anni
    Un laboratorio didattico pensato interamente per bambini e famiglie, incentrato sull’importanza del consumo responsabile di risorse energetiche, concepito in occasione dell’iniziativa “M’illumino di meno”. La prima parte consiste nel racconto del mito di Prometeo, di come ottenne il fuoco e lo donò all’umanità, per rendere noto ai più piccoli che anche dietro piccole cose si celano grandi conquiste. La seconda parte è incentrata sulla fabbricazione di lucerne in argilla che i giovani artigiani potranno poi portarsi a casa.

    Modalità di partecipazione
    Costo: euro 5,00 a bambino
    Gli adulti accompagnatori non pagneranno bifglietto di ingresso per l'aula didattica
    Prenotazione consigliata al numero +39.0922.1839996
    Partecipazione fino a esaurimento posti disponibili
     

  • M’ILLUMINO DI MENO ALL’ORTO BOTANICO DI PALERMO
    Orto botanico dell’Università degli studi di Palermo
    Venerdì 1 marzo, ore 18.15
    In occasione dell’iniziativa “M’illumino di meno”, l’Orto botanico dell’Università degli studi di Palermo, in collaborazione con CoopCulture, spegnerà le luci, promuovendo una visita guidata alla scoperta degli alberi monumentali. La sera, l’orto si trasforma, con il buio gli alberi acquistano un fascino insolito: con la loro particolare sagoma e i giuochi d’ombre, diventano figure animate, scure e gigantesche. Di notte è possibile, inoltre, identificare le piante in base ai profumi e ascoltare i suoni che di giorno sono meno percepiti: l’acqua che scorre, il fruscio delle foglie, ecc.
    Speciali collane illumineranno il percorso guidato dal direttore dell’Orto botanico, prof. Rosario Schicchi.

    Modalità di partecipazione
    visita gratuita con biglietto di ingresso speciale a euro 4,00
    Partecipazione fino a esaurimento posti disponibili
    Prenotazione consigliata al numero 091.7489995 


TOSCANA

  • VISITA ALLA COLLEZIONE CON LUCI ABBASSATE E MUSICA DAL VIVO 
    Palazzo Pretorio, Prato

    Venerdì 1 marzo, ore 18.30
    Il singolare percorso lungo le sale del Museo sarà scandito dalle musiche, eseguite dagli alunni del liceo musicale Rodari, per flauti e violini di Vivaldi, Mozart e Campagnoli e le arie per chitarra di Mangorè, John Dowland e Fernando Sor. Gli studenti che si esibiranno, alternandosi lunfo i tre piani, sono: Mariano Bocini, Giulia Giannini, Irene Berti, Simeone Ruggiero, Lucrezia Borriello, Nicolò Gelli e Luisa Santoni, accompagnati dai docenti Simone Miceli e Antonino Ielo.  Biglietto di ingresso come da tariffario, 4 euro studenti, 6 euro ridotto per i residenti e 8 euro intero. Non è necessaria la prenotazione.
    Sempre venerdì 1° marzo, alle 17, l’architetto Francesco Procopio sarà al centro dell’incontro Recupero di Palazzo Pacchiani e restauro del Bastione delle Forche, il nuovo appuntamento del ciclo promosso dall'assessorato all'urbanistica del Comune di Prato per conoscere e condividere le azioni di pianificazione e recupero urbanistico della città. Ingresso libero.   

    Modalità di partecipazione
    visita gratuita con biglietto di ingresso 
     

  • MI ILLUMINO DI MENO...
    Museo archeologico di Artimino - Carmignano (PO)
    Venerdì 1 marzo, ore 18.30
    Apertura straordinaria in notturna del Museo che aderisce all’iniziativa di sensibilizzazione al risparmio energetico con una visita guidata a lume di “torcia”!!!

    Modalità di partecipazione
    Attività aperta a tutte le età, ingresso ridotto 2 euro per tutti i partecipanti e visita guidata gratuita

Servizi La Venaria Reale

bookshop
ristorante
caffetteria
sito accessibile

Servizi Museo Civico Casa Cavassa

bookshop
sito accessibile

Percorso braille per non vedenti
Il personale del Museo è formato per l’accoglienza di visitatori con disabilità. 




 

Il sito è fornito di ascensore 
Nell'aula didattica situata al mezzanino del primo piano è allestita un'area “Baby Pit Stop” per allattamento e fasciatoio.

Il Museo è accessibile ai disabili mediante piattaforma mobile

 

NEWS
Domenica 18 agosto 2019
il Museo chiuderà al pubblico alle ore 14:30 (chiusura biglietteria ore 14:00)

 
  • IN MOSTRA ALL'ORTO

​VOLCANIC PLANTS
EMILIA FARO
12.7 – 8.9.2019
Apertura VENERDI' 12 LUGLIO 20196.30 p.m.

L' Orto Botanico di Palermo è lieto di presentare VOLCANIC PLANTS, personale dell'artista EmiliaFaro.L'esposizione, curata da Maria Chiara Di Trapani, presenta un giardino immaginifico di piante succulente della macchia mediterranea, sintesi di un percorso artistico volto a cristallizzare la poesia e la bellezza della natura, sottraendola alla decadenza inflitta dal ciclo del tempo.Opere dall'anima vegetale fioriscono spontaneamente negli spazi del Tineo. Ad accogliere il visitatore un giardino mediterraneo plasmato dall'artista in un'amalgama di resina e sabbia vulcanica, in una combinazione di sculture, alcune delle quali ispirate dalla tecnica della coltivazione idroponica (ὕδωρhýdor, acqua +πόνοςpónos, lavoro), insieme ad una serie di acquarelli e disegni di innesti su alberi da frutto, cui fanno sfondo tavole botaniche ottocentesche.Creare, come sinonimo di coltivare (etimologicamente “curare, sviluppare, migliorare”) con un’attenzione al flusso del tempo e al riposo degli oggetti.I colori predominanti hanno tonalità e sfumature d'indaco, nero e rosa, colori simbolo di “forza creativa, fertilità e rinascita ”.

Servizi Museo Palazzo Pretorio

bookshop
guardaroba
sito accessibile

Il sito è fornito di ascensore 
Nell'aula didattica situata al mezzanino del primo piano è allestita un'area “Baby Pit Stop” per allattamento e fasciatoio.

Il Museo è accessibile ai disabili mediante piattaforma mobile

 

NEWS
Domenica 18 agosto 2019
il Museo chiuderà al pubblico alle ore 14:30 (chiusura biglietteria ore 14:00)

 
  • IN MOSTRA ALL'ORTO

​VOLCANIC PLANTS
EMILIA FARO
12.7 – 8.9.2019
Apertura VENERDI' 12 LUGLIO 20196.30 p.m.

L' Orto Botanico di Palermo è lieto di presentare VOLCANIC PLANTS, personale dell'artista EmiliaFaro.L'esposizione, curata da Maria Chiara Di Trapani, presenta un giardino immaginifico di piante succulente della macchia mediterranea, sintesi di un percorso artistico volto a cristallizzare la poesia e la bellezza della natura, sottraendola alla decadenza inflitta dal ciclo del tempo.Opere dall'anima vegetale fioriscono spontaneamente negli spazi del Tineo. Ad accogliere il visitatore un giardino mediterraneo plasmato dall'artista in un'amalgama di resina e sabbia vulcanica, in una combinazione di sculture, alcune delle quali ispirate dalla tecnica della coltivazione idroponica (ὕδωρhýdor, acqua +πόνοςpónos, lavoro), insieme ad una serie di acquarelli e disegni di innesti su alberi da frutto, cui fanno sfondo tavole botaniche ottocentesche.Creare, come sinonimo di coltivare (etimologicamente “curare, sviluppare, migliorare”) con un’attenzione al flusso del tempo e al riposo degli oggetti.I colori predominanti hanno tonalità e sfumature d'indaco, nero e rosa, colori simbolo di “forza creativa, fertilità e rinascita ”.

Servizi Museo archeologico F. Nicosia e Parco Archeologico di Carmignano

bookshop
guardaroba
sito accessibile

Il Museo è accessibile ai disabili mediante piattaforma mobile

 

NEWS
Domenica 18 agosto 2019
il Museo chiuderà al pubblico alle ore 14:30 (chiusura biglietteria ore 14:00)

 
  • IN MOSTRA ALL'ORTO

​VOLCANIC PLANTS
EMILIA FARO
12.7 – 8.9.2019
Apertura VENERDI' 12 LUGLIO 20196.30 p.m.

L' Orto Botanico di Palermo è lieto di presentare VOLCANIC PLANTS, personale dell'artista EmiliaFaro.L'esposizione, curata da Maria Chiara Di Trapani, presenta un giardino immaginifico di piante succulente della macchia mediterranea, sintesi di un percorso artistico volto a cristallizzare la poesia e la bellezza della natura, sottraendola alla decadenza inflitta dal ciclo del tempo.Opere dall'anima vegetale fioriscono spontaneamente negli spazi del Tineo. Ad accogliere il visitatore un giardino mediterraneo plasmato dall'artista in un'amalgama di resina e sabbia vulcanica, in una combinazione di sculture, alcune delle quali ispirate dalla tecnica della coltivazione idroponica (ὕδωρhýdor, acqua +πόνοςpónos, lavoro), insieme ad una serie di acquarelli e disegni di innesti su alberi da frutto, cui fanno sfondo tavole botaniche ottocentesche.Creare, come sinonimo di coltivare (etimologicamente “curare, sviluppare, migliorare”) con un’attenzione al flusso del tempo e al riposo degli oggetti.I colori predominanti hanno tonalità e sfumature d'indaco, nero e rosa, colori simbolo di “forza creativa, fertilità e rinascita ”.

Servizi Museo Archeologico Regionale "Pietro Griffo"

sito accessibile
NEWS
Domenica 18 agosto 2019
il Museo chiuderà al pubblico alle ore 14:30 (chiusura biglietteria ore 14:00)

 
  • IN MOSTRA ALL'ORTO

​VOLCANIC PLANTS
EMILIA FARO
12.7 – 8.9.2019
Apertura VENERDI' 12 LUGLIO 20196.30 p.m.

L' Orto Botanico di Palermo è lieto di presentare VOLCANIC PLANTS, personale dell'artista EmiliaFaro.L'esposizione, curata da Maria Chiara Di Trapani, presenta un giardino immaginifico di piante succulente della macchia mediterranea, sintesi di un percorso artistico volto a cristallizzare la poesia e la bellezza della natura, sottraendola alla decadenza inflitta dal ciclo del tempo.Opere dall'anima vegetale fioriscono spontaneamente negli spazi del Tineo. Ad accogliere il visitatore un giardino mediterraneo plasmato dall'artista in un'amalgama di resina e sabbia vulcanica, in una combinazione di sculture, alcune delle quali ispirate dalla tecnica della coltivazione idroponica (ὕδωρhýdor, acqua +πόνοςpónos, lavoro), insieme ad una serie di acquarelli e disegni di innesti su alberi da frutto, cui fanno sfondo tavole botaniche ottocentesche.Creare, come sinonimo di coltivare (etimologicamente “curare, sviluppare, migliorare”) con un’attenzione al flusso del tempo e al riposo degli oggetti.I colori predominanti hanno tonalità e sfumature d'indaco, nero e rosa, colori simbolo di “forza creativa, fertilità e rinascita ”.

Servizi Orto Botanico dell’Università degli studi di Palermo

sito accessibile
  • IN MOSTRA ALL'ORTO

​VOLCANIC PLANTS
EMILIA FARO
12.7 – 8.9.2019
Apertura VENERDI' 12 LUGLIO 20196.30 p.m.

L' Orto Botanico di Palermo è lieto di presentare VOLCANIC PLANTS, personale dell'artista EmiliaFaro.L'esposizione, curata da Maria Chiara Di Trapani, presenta un giardino immaginifico di piante succulente della macchia mediterranea, sintesi di un percorso artistico volto a cristallizzare la poesia e la bellezza della natura, sottraendola alla decadenza inflitta dal ciclo del tempo.Opere dall'anima vegetale fioriscono spontaneamente negli spazi del Tineo. Ad accogliere il visitatore un giardino mediterraneo plasmato dall'artista in un'amalgama di resina e sabbia vulcanica, in una combinazione di sculture, alcune delle quali ispirate dalla tecnica della coltivazione idroponica (ὕδωρhýdor, acqua +πόνοςpónos, lavoro), insieme ad una serie di acquarelli e disegni di innesti su alberi da frutto, cui fanno sfondo tavole botaniche ottocentesche.Creare, come sinonimo di coltivare (etimologicamente “curare, sviluppare, migliorare”) con un’attenzione al flusso del tempo e al riposo degli oggetti.I colori predominanti hanno tonalità e sfumature d'indaco, nero e rosa, colori simbolo di “forza creativa, fertilità e rinascita ”.

M'illumino di meno 2019

Coopculture

Dove


Venaria Reale


Saluzzo


Palermo


Agrigento


Carmignano


Prato

La Venaria Reale

Venaria Reale (TO), Piazza della Repubblica 4
Bus: Linea dedicata GTT Venaria Express / GTT: linee 72, 11
Treno: linea Torino Dora-Ceres (fermata Venaria, viale Roma)

Museo Civico Casa Cavassa

Saluzzo (CN), Via San Giovanni 5

In auto: Autostrada A6 Torino – Savona, Uscita: Marene
Bus: linea ATI Cuneo-Saluzzo-Torino

Museo Palazzo Pretorio

Stazione di porta al Serraglio (500 mt), dalla Stazione Centrale (1200 mt) e dalle fermate dei principali autobus urbani ed extraurbani.
In auto: autostrada A11 Firenze - Pisa, uscita Prato est; seguire indicazioni per il centro.
In autobus di linea:  le autolinee CAP e Lazzi forniscono un servizio di collegamento tra Firenze e Prato con partenza ogni 15 minuti dalla stazione di Santa Maria Novella

Museo archeologico F. Nicosia e Parco Archeologico di Carmignano

Autotrada Firenze-Pisa-Livorno (FI-PI-LI):

- provenendo da Pisa uscire a Montelupo, girare a destra e poi nuovamente a destra in direzione Firenze; proseguire sulla SS67 fino a Camaioni e girare a sinistra per Artimino.

- provenendo da Firenze uscire a Lastra a Signa, proseguire lungo la SS67 fino a Camaioni e girare a destra per Artimino, oppure attraversare Signa e proseguire per Comeana e poi per Artimino; in alternativa, per evitare la viabilità interna di Lastra a Signa, proseguire lungo la Superstrada fino all’uscita di Montelupo.

Autostrada A1:

- provenendo da Sud uscire a Firenze Scandicci, immettersi nella Superstrada FI-PI-LI e uscire a Lastra a Signa, proseguire lungo la SS67 fino a Camaioni e girare a destra per Artimino, oppure attraversare Signa e proseguire per Comeana e poi per Artimino.

- provenendo da Nord seguire le indicazioni per l’autostrada A11 e uscire a Prato Est. Seguire le indicazioni per Poggio a Caiano e Carmignano, e poi proseguire per Artimino.

Autostrada A11:

- uscire a Prato Est e seguire le indicazioni per Poggio a Caiano e Carmignano, poi proseguire per Artimino

 

 

Museo Archeologico Regionale "Pietro Griffo"

In aereo: volo per l'aeroporto Falcone Borsellino di Palermo, l'aeroporto Vincenzo Florio di Trapani o l'aeroporto Fontanarossa di Catania. Quindi, in autobus o in macchina. Occorrono circa due ore per arrivare ad Agrigento. 


Autobus di linea: CATANIA Aeroporto - AGRIGENTO Sais Trasporti Spa tel 095.536201 

PALERMO Aeroporto - AGRIGENTO: Sal Tel. 0922.401360 
 

In treno: Agrigento è collegata a Palermo e Caltanissetta (da dove la linea si dirama per Catania-Siracusa, Messina e il continente. La Stazione Centrale si trova nel centro città. Orari e biglietti. 

In nave: ci sono dei traghetti e navi veloci che collegano la Sicilia con Cagliari, Genova, Livorno, Napoli, Tunisi e Malta. Un servizio traghetti collega regolarmente Porto Empedocle con Lampedusa and Linosa.

Orto Botanico dell’Università degli studi di Palermo

via Lincoln, 2 - Palermo

IN AUTOBUS
da stazione centrale a Orto botanico linee 231; 107

chiudi

M'illumino di meno 2019


Venaria Reale


Saluzzo


Palermo


Agrigento


Carmignano


Prato

Coopculture

Biglietteria

chiudi