Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Giovanna Barni nuovo presidente CulTurMedia
    Giovanna Barni nuovo presidente CulTurMedia
    focus su I Grandi Eventi

Giovanna Barni nuovo presidente CulTurMedia

 

Durante il 1° Congresso Nazionale a Genova del 7 e 8 febbraio 2019 la presidente di CoopCulture Giovanna Barni è stata eletta per guidare i prossimi anni CulTurMedia.

CulTurMedia riunisce più di 800 cooperative aderenti a Legacoop che si occupano di cultura, turismo e comunicazione: quasi ventimila occupati e oltre 900 milioni di fatturato nel 2017, con tassi di crescita che sfiorano il 20%. CulTurMedia è nata con la consapevolezza che la cultura rappresenta un fattore rilevante dello sviluppo sostenibile del Paese, un settore strategico e trasversale a cui il modello cooperativo con la sua capacità di inclusione, di innovazione sociale, di fare rete e di porsi al servizio della pubblica utilità è particolarmente adatto. Una realtà, quella cooperativa, che ha saputo costruire, nel corso di decenni di lavoro, processi solidi e virtuosi di nuovo protagonismo dei cittadini nella vita culturale, nella fruizione, nel consumo e, insieme, nella costruzione di una nuova consapevolezza della centralità della cultura nella vita di una comunità. La cooperazione è parte profonda e radicata dei territori in cui opera ed è in grado di costruire valore in termini di patrimonio materiale e immateriale, per le identità e unicità, costruendo piani territoriali collaborativi in cui cultura e creatività sono elementi rilevanti per una crescita e uno sviluppo sostenibile, economico e sociale. 

 

Un importante riconoscimento per la Barni, già vice-presidente vicario nei primi due anni di vita dell’Associazione, che ha commentato così la neo elezione:

<< Sarà una presidenza inclusiva. Coniugando più visioni del futuro che si integreranno e si fonderanno. Non solo rigenerare la cooperazione nel nostro Paese, ma anche dare un contributo all’esperienza cooperativa di sviluppo, di crescita, di reputazione e di rappresentatività e internazionalizzazione. Un lavoro da fare insieme>>

Per saperne di più:

sito CulTurMedia

 

Rassegna stampa:

La Stampa

AgCult