Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • FuORIpercorso
    FuORIpercorso
    Agrigento - Mostre, dal 17/12/18 al 30/06/19
  • Museo Archeologico Regionale
    FuORIpercorso
    Museo Archeologico Regionale "Pietro Griffo", dal 17/12/18 al 30/06/19

FuORIpercorso

Agrigento
Mostre

 

Un vero e proprio viaggio nelle viscere del museo, “FuORIpercorso”- Preziosi reperti dai depositi del “Griffo”
Il Museo si racconta dunque, al di là del percorso espositivo tradizionale, scegliendo e valorizzando alcuni tra i più significativi materiali presenti nei suoi depositi, con particolare attenzione ai reperti in oro . Aureo, per esempio, è il diadema ellenistico che apre la narrazione, decorato da foglie di quercia in lamina di squisita fattura; aureo l’anello (recentemente donato al Museo dai proprietari nel cui terreno fu scoperto) e forse appartenuto alla fanciulla agrigentina sepolta in un sarcofago litico con iscrizione (II – III sec d.C.) interrato nella necropoli romana fuori Porta Aurea; auree sono ancora, le 204 monete bizantine che compongono il tesoretto (VII sec. d.C.) scoperto in un vaso in terracotta nel 1939 nel territorio di Racalmuto. Tra i reperti, alcuni esempi di solidus considerato universalmente “il dollaro del Medioevo” perché in uso in tutto il Mediterraneo fino all’XI secolo: una moneta in oro puro istituita dall’imperatore Costantino nel IV secolo e da cui discendono sia i sistemi monetali del mondo germanico occidentale che quelli dell’Oriente islamico. Accanto ai solidi, il tesoro contiene anche monete di taglio minore: il semissis (metà del solidus), il tremissis (un terzo del solidus) e un rarissimo semi-tremissis. 

Sempre in mostra, una selezione di monili di varie epoche (a partire dal VII sec. a.C.)  e di diversi materiali, dal bronzo alla pasta vitrea policroma, alle pietre dure, che gettano uno sguardo trasversale nel campo dell’ornamentazione femminile, con esemplari spesso caratterizzati da una sorprendente attualità. La mostra durerà fino al 24 marzo. Ma è solo il primo passo di un progetto più ampio di valorizzazione delle straordinarie collezioni del museo, che ci si propone di proseguire negli anni a venire. 

sito accessibile
NEWS
Domenica 18 agosto 2019
il Museo chiuderà al pubblico alle ore 14:30 (chiusura biglietteria ore 14:00)

 

FuORIpercorso


Agrigento

Coopculture

Biglietteria

Pacchetto
  • Ingresso gratuito

chiudi