Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

MEIS - Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Ferrara
Musei

 

Con l’istituzione del Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah - MEIS (legge del 17 aprile 2003, n. 91, modificata dalla legge 296 del 27 dicembre 2006), lo Stato italiano si è impegnato a offrire al pubblico la prima presentazione organica del patrimonio e dell'eredità dell'ebraismo italiano, nonché una straordinaria opportunità di conoscenza, informazione, storia, identità e turismo culturale.

Più specificamente, secondo la legge istitutiva, le finalità del Museo sono:

  • far conoscere la storia, il pensiero e la cultura dell’ebraismo italiano, con una particolare attenzione alle testimonianze delle persecuzioni razziali e alla Shoah in Italia;
  • promuovere attività didattiche e organizzare manifestazioni, incontri nazionali e internazionali, convegni, mostre permanenti e temporanee, proiezioni di film e di spettacoli sui temi della pace e della fratellanza tra popoli, e dell’incontro tra culture e religioni diverse.

In sintesi, gli scopi del Museo sono, da un lato, quello di illustrare l’originalità della storia ebraica italiana nel contesto del più vasto ambito europeo e mediterraneo e, dall’altro, quello di promuovere attività culturali volte a mettere a frutto, per il presente e per il futuro, il patrimonio di saperi, attività, idee ed esperienze testimoniate dalla più che bimillenaria presenza ebraica in Italia.

La gestione del Museo è affidata a una Fondazione costituita tra il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, il Comune di Ferrara, il CDEC (Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea di Milano) e l’UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane).

Il sito individuato come sede del MEIS è costituito dall’ampio complesso delle ex carceri cittadine, collocato in pieno centro, a breve distanza dall’area dell’ex ghetto, dove si trovano tuttora le storiche sinagoghe e altri importanti segni del celebre passato ebraico di Ferrara.

L’edificio, inaugurato nel 1912, fu dismesso nel 1992. Attraverso qualificati interventi urbanistici e architettonici, un luogo di segregazione e di esclusione (e, in seguito, di fatiscente abbandono) è stato recuperato e trasformato in uno spazio permeabile a persone e idee.

La copertura economica del cantiere (47 milioni di euro) è stata interamente garantita dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, a garanzia di un hardware tecnologicamente e funzionalmente calibrato sulla nuova funzione.

Il progetto architettonico del MEIS è stato avviato nel 2011, sotto la direzione del MiBACT, che ha promosso un bando pubblico internazionale, vinto dal raggruppamento temporaneo formato da Studio Arco (Bologna) e -SCAPE S.p.A. (Roma).

Negli anni successivi alla nascita della Fondazione MEIS, dopo una prima fase essenzialmente di elaborazione culturale e programmatica, a partire dal 2016, con l'insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione, presieduto da Dario Disegni, e la nomina del nuovo Direttore, Simonetta Della Seta, il Museo è entrato in una fase decisamente realizzativa, con un rapido avanzamento del cantiere, consentito dal completamento della copertura economica da parte del MiBACT.

La Palazzina di Via Piangipane 81 ospita lo show multimediale “Con gli occhi degli ebrei italiani”, a cura di Giovanni Carrada e Simonetta Della Seta, il centro di catalogazione dei beni culturali ebraici e alcuni spazi didattici. È aperta al pubblico dal dicembre 2011.

Il secondo edificio restaurato (ex carcere di Ferrara), che si protende verso le Mura sud della città, aperto al pubblico dal 14 dicembre 2017 con la mostra “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni”.
La sua conformazione è rappresentativa della tipologia carceraria inaugurata da Carlo Fontana nel 1703, a Roma, con la casa di correzione San Michele: un penitenziario stretto e lungo, dotato di corridoi e di un ballatoio su cui affacciano le celle. Una formula poi rivista e resa più complessa nelle versioni ottocentesche a panopticon, come San Vittore e Regina Coeli, con una cappella centrale verso cui convergono i bracci.
Consta di tre piani, per un totale di 1.269 metri quadri netti, da suddividere tra spazi espositivi e amministrativi, e la sua riconversione ha ottenuto la prima certificazione Gbc Historic Building in Italia, in base al protocollo ideato dal Green Building Council per gli edifici storici riqualificati in nome dell'ecosostenibilità.

La costruzione dei restanti edifici moderni, connotati da volumi che richiamano i cinque libri della Torà, comincerà all’inizio del 2018, per arrivare a conclusione nel 2020.

Nella sua configurazione finale, oltre agli spazi già citati, il complesso comprenderà anche: accoglienza al pubblico, MEIShop, biblioteca, archivio e centro di documentazione e catalogazione, ristorante e caffetteria, auditorium, laboratori didattici, dando così vita a un grande complesso museale e culturale.

prendi nota!

MEIS - Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Clicca sulla matita per prenderne nota nella tua agenda!

link:

Come Arrivare

Via Piangipane, 81 - Ferrara

 

  • In auto

A13 da Padova uscita Ferrara Nord

A13 da Bologna uscita Ferrara Sud

Parcheggio gratuito Ex-Mof in via Darsena

  • In autobus di linea

Dalla stazione ferroviaria autobus n. 2 collegamento ogni 20 min

Servizi e Accessibilità

bookshop
sito accessibile

NEWS

Da giovedì 14 dicembre 2017 il MEIS è aperto
con la mostra Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni e lo spettacolo multimediale Con gli occhi degli ebrei italiani.
La prevendita dei biglietti sarà disponibile a breve.




 

Info e Prenotazioni

MEIS - Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Ferrara

Coopculture

Biglietteria

Il biglietto comprende la visita alla mostra e allo spettacolo multimediale.

La prevendita dei biglietti sarà disponibile a breve.

Acquista biglietto

Buy ticket onlineOn-Line

Tariffe

Intero: € 10.00

 

Ridotto:

€ 8.00 ragazzi dai 6 ai 18 anni compresi,  studenti universitari, categorie convenzionate | young people aged 6 - 18 years old

€ 6.00 gruppi da 8 a 15 persone (un accompagnatore gratuito ogni 15 paganti) groups min 8 max 15 pax

€ 8.00 scuole (due accompagnatori gratuiti per ogni classe) | schools

 

Gratuito: bambini sotto i 6 anni, diversamente abili al 100% con un accompagnatore, giornalisti e guide turistiche con tesserino, membri ICOM e militari in divisa

Prevendita biglietti e turni d'ingresso

Gruppi
  • Richiesta 
Scuole
  • Richiesta

chiudi

MEIS - Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Ferrara

Coopculture

Prepara la tua visita

chiudi

MEIS - Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah

Ferrara

Coopculture

Orario

Aperto

10.00 - 18.00

DAL MARTEDÌ AL MERCOLEDÌ E DAL VENERDÌ ALLA DOMENICA

10.00 - 23.00

Giovedì 

Chiuso

Chiuso tutti i lunedì, 11 aprile, 15 agosto e 21 settembre.
 

 

Biglietteria

La biglietteria chiude mezz’ora prima dell’orario di chiusura al pubblico.

 

chiudi