Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Il presepe napoletano
    Il presepe napoletano
    Tra storia, cultura, religiosità e tradizione
    news
  • Il presepe napoletano
    Il presepe napoletano
    Tra storia, cultura, religiosità e tradizione
    news
  • Il presepe napoletano
    Il presepe napoletano
    Tra storia, cultura, religiosità e tradizione
    news

Il presepe napoletano. Tra storia, cultura, religiosità e tradizione

 

Dal 15 dicembre 2017 al 5 gennaio 2018 il Palazzo del Quirinale ospita, nella Palazzina Gregoriana, la mostra “Il Presepe Napoletano. Tra storia, cultura, religiosità e tradizione”.

Il presepe cortese, nato in ambiente laico agli inizi del XVIII secolo, fu espressione esclusiva di un’aristocrazia colta e potente. Il sacro evento della nascita di Cristo, che era uscito dalle Chiese dove era stato oggetto di devozione religiosa, per entrare nelle case dell'aristocrazia e divenire oggetto di un culto più frivolo e mondano, vive alla metà del 1700 il periodo di massimo splendore. I grandi allestimenti presepiali descritti nelle cronache del tempo si basavano su un impianto compositivo che, dalla scena principale della nascita di Cristo, si sviluppava poi in paesaggi d'ogni genere che si alternavano a scene di vita quotidiana. Il fine era di stupire l'osservatore esaltando la finezza di dettaglio mediante la riproduzione di eventi, mode e tendenze del Regno di Napoli.

Sotto quest'aspetto il presepe napoletano del '700 ha un’importanza rilevante per il carattere archivistico che assume. Un “archivio tridimensionale”, che riproduce personaggi e avvenimenti culturali e mondani legati alla tradizione: il tutto, unito dal profondo sentimento religioso del popolo napoletano.

I manufatti esposti sono stati realizzati dai componenti dell'Associazione Presepistica Napoletana, ente culturale no profit nato nel 2002 che nel corso degli anni si è distinto per la qualità artistica e la ricerca storica, promuovendo l’arte presepiale mediante manifestazioni, convegni e mostre, ed effettuando corsi di formazione per la costruzione del presepe da contesti di più ampia visibilità fino agli intimi ambiti familiari.

Modalità di prenotazione

Dal 15 dicembre al 5 gennaio 2018, il Quirinale ospita nella Palazzina Gregoriana la Mostra “Il Presepe Napoletano. Tra storia, cultura, religiosità e tradizione”.
 

Giorni di apertura dal 15 dicembre al 20 dicembre 2017: martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica
Orario: dalle 10.15 alle 15.15
Giorni di apertura dal 22 dicembre 2017 al 5 gennaio 2018: 22, 23, 27, 28, 29, 30 dicembre 2017 e 2, 3, 4, 5 gennaio 2018
Orario: dalle 10.00 alle 15.00
Giorni di chiusura: 24, 25, 26, 31 dicembre 2017 e 1°, 6, 7 gennaio 2018
È necessario presentarsi 15 minuti prima dell’orario di inizio della visita.
La visita alla Mostra “Il Presepe Napoletano. Tra storia, cultura, religiosità e tradizione” dà diritto anche all’accesso alla Mostra “L’Opera dei Pupi. Una tradizione in viaggio”.
La mostra è gratuita.
La procedura di prenotazione per l’accesso comporta un costo di € 1,50.

La prenotazione è nominativa, non cedibile e si può effettuare con le seguenti modalità:

  • prenotazione on line / book your visit
  • tramite Call center, tel. 06 39.96.75.57, da lunedì a venerdì 9.00 –13.00 / 14.00 -17.00, sabato 9.00 –14.00, domenica chiuso.
  • presso INFOPOINT, Centro informazioni e prenotazioni (Salita di Montecavallo, 15), il martedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle 9.00 alle 17.00.

 

Qualora i dati anagrafici dei nominativi, indicati al momento della prenotazione, non coincidano con i dati risultanti dai documenti, non sarà consentito l’accesso. I minori di 12 anni devono essere accompagnati da un adulto.
La data e l’orario di visita non possono essere modificati e il biglietto non è rimborsabile.
Le visite prenotate potrebbero subire variazioni in occasione di impegni istituzionali. In tal caso sarà possibile effettuare la visita in altra data oppure ottenere il rimborso di quanto versato.
L’accesso alla mostra non comprende la visita al Palazzo del Quirinale.

Ingresso: Via del Quirinale all’altezza di Via della Consulta - 00187 Roma.