Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Invasioni Digitali 2017
    Invasioni Digitali 2017
    news

Invasioni Digitali 2017

 

CoopCulture partecipa a Invasioni Digitali 2017. 

Ecco il calendario delle Invasioni:

A Saluzzo
Un’invasione attraverso i Musei di Saluzzo con tema il paesaggio

domenica 30 aprile, ore 15.00

Un percorso che interesserà la Pinacoteca Matteo Olivero, la Torre Civica e, soprattutto, la città di Saluzzo vista dall’alto con il paesaggio mozzafiato che la circonda. Questa apertura gratuita è rivolta in particolare agli appassionati di fotografia, che potranno condividere i loro scatti sui nostri canali facebook ed instagram nel corso della visita con l’hashtag #INVASIONIDIGITALI.La scelta della Pinacoteca offre la posssibilità di carpire le immagini impresse su tela dal pittore divisionista Matteo Olivero per poi spostarsi, ispirati, a ricercare gli scorci più interessanti da fotografare dall’alto della Torre Civica, che domina il paesaggio circostante, dal Monviso alla pianura.

Ritrovo alle ore 15.00 alla biglietteria dell’Antico Palazzo Comunale sede della Pinacoteca Matteo Olivero, in Via Salita al Castello, 26.
Per partecipare occorre iscriversi al sito www.invasionidigitali.it, andare sulla pagina del calendario invasioni 2017, cercare Saluzzo e aderire all'iniziativa alla Pinacoteca Matteo Olivero.
Vai all'invasione 

A Genova
Invasione al Museo di Sant'Agostino

domenica 7 maggio, ore 11.00

Prendendo come spunto la pacifica invasione di visitatori e fotografi, argomento della visita saranno le ‘invasioni’ subite dall’edificio che oggi ospita il Museo di Sant’Agostino.
Dalla nascita del Convento alle soppressioni napoleoniche. Dall’utilizzo come magazzino di opere d’arte alla creazione del museo, dai danni subiti durante la Seconda Guerra Mondiale alla riqualificazione.
Lungo il percorso sarà possibile osservare affreschi staccati, sculture, fondi oro, che provengono da altri luoghi ‘invasi’, e ricollocare tali opere, almeno idealmente, nelle loro sedi d’origine.

visita € 3,00

Appuntamento alle ore 11.00 alla biglietteria del Museo di Sant'Agostino, Piazza Sarzano, 35 R
Per partecipare occorre iscriversi al sito www.invasionidigitali.it, andare sulla pagina del calendario invasioni 2017, cercare Genova e aderire all'iniziativa al Museo.
Vai all'invasione 

Per ulteriori informazioni 010 25112634 | msa@coopculture.it

A Firenze
Invasioni alla Sinagoga e al Museo Ebraico di Firenze 

domenica 7 maggio, ore 15:00

Una pacifica invasione in compagnia di macchine fotografiche, tablet o smartphone alla scoperta della Sinagoga di Firenze, uno degli esempi più significativi in Europa dello stile esotico moresco.
Il grande Tempio fu inaugurato nel 1882, la sua fisionomia è facilmente riconoscibile nello skyline fiorentino grazie alla grande cupola rivestita in rame verde (in origine era dorata), riconoscibile da ogni punto panoramico della città. Lo stile moresco che la caratterizza è presente sia all’esterno, con l’imponente facciata rivestita di lastre di travertino bianco e di pietra calcarea rosa, la cupola centrale e le torri laterali rivestite in rame. L’interno è particolarmente suggestivo per la ricchezza delle decorazioni geometriche negli affreschi alle pareti, per la luce soffusa che filtra dalle vetrate policrome e per lo splendore dei mosaici. Parte integrante della visita alla Sinagoga è il Museo Ebraico fondato nel 1981 e ampliato nel 2007. Il percorso museale si snoda attraverso due sezioni, in una si trovano gli arredi cerimoniali d’arte ebraica, argenti e tessuti provenienti dalle antiche sinagoghe del ghetto fiorentino, documentazione fotografica e archivistica riguardante la storia della comunità ebraica a Firenze. Nell’altra – al secondo piano - sono esposti oggetti e arredi legati ai momenti più significativi del ciclo della vita ebraica, della ritualità familiare e delle festività religiose. Una sala è dedicata alla memoria della Shoah.  

Appuntamento alle ore 15 presso la biglietteria della Sinagoga e Museo di Firenze, in Via Carlo Farini, 6

Per partecipare occorre iscriversi al sito www.invasionidigitali.it, andare sulla pagina del calendario invasioni 2017, cercare Firenze e aderire all'iniziativa al Museo.
Vai all'invasione

A Prato
Invasioni al Castello dell’Imperatore e al Cassero Medievale

sabato 6 maggio, alle ore 16.30

L’architettura medievale al centro dell’Invasione Digitale in programma per sabato 6 maggio alle 16,30 al Castello dell’Imperatore e al Cassero. Ad accompagnare gli appassionati fotografi e i curiosi della storia di Prato ci sarà Bianca Lancia, moglie di Federico II per una visita guidata in costume alla scoperta del Castello, unico esempio nell’Italia centro-settentrionale di architettura sveva dell’epoca di Federico II. L’edificio, a pianta quadrata, è potenziato agli angoli da torrioni mentre altre torri si inseriscono a metà dei lati, di particolare suggestione il portale d’ingresso con richiami alla tipica bicromia toscana romanico-gotica.
Insieme al Castello, di cui si può esplorare l’interno e accedere ai camminamenti sommitali, si potrà visitare anche il Cassero Medievale, il camminamento costruito nel 1351 per volontà dei fiorentini subito dopo l'assoggettamento di Prato. L’alta via coperta, un corridoio lungo in origine 230 metri, collegava il Castello con una piccola fortezza lungo le mura ed era inaccessibile alla città consentendo così sia una difesa da attacchi esterni sia dalla possibile rivolta dei pratesi appena conquistati. Rialzato di tre metri rispetto alla strada nel Cassero si può ritrovare una copertura a botte e una serie di finestre a lunetta alternate a strette feritoie che danno luce al passaggio. Inutilizzato dal XVI secolo ha conosciuto un progressivo abbandono interrotto da un accurato restauro e la restituzione alla città nel 2000. Oggi è sede anche di mostre e consente, data la sua altezza, un’ampia veduta del castello dell’Imperatore e dell’intero skyline pratese.

Appuntamento alle ore 16.30 presso la biglietteria del Castello,Piazza Santa Maria delle Carceri

Per partecipare occorre iscriversi al sito www.invasionidigitali.it, andare sulla pagina del calendario invasioni 2017, cercare Prato e aderire all'iniziativa al Castello.
Vai all'invasione

A Roma

Invasione alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma
sabato 6 maggio, alle ore 11.00

La Biblioteca Nazionale Centrale in collaborazione con CoopCulture partecipa alle #invasionidigitali con una visita tematica dedicata a Spazi900.Lo spazio espositivo Spazi900 è una raccolta di testimonianze letterarie degli autori più significativi della Letteratura italiana “in otto tempi”, da Gabriele d’Annunzio a Italo Calvino; vedremo insieme La stanza di Elsa, ricostruzione delle suggestioni del laboratorio di scrittura della Morante attraverso gli arredi originari che componevano il suo studio e “Ragazzi leggeri come stracci”. Pier Paolo Pasolini dalla borgata al laboratorio di scrittura, una sala dedicata a Pier Paolo Pasolini in occasione dei 40 anni dalla sua scomparsa.
La visita si conclude alla mostra Cavalcavia, dove sono esposte le tavole originali dell’opera di Gek Tessaro.

Appuntamento alle ore 11.00 presso la Biblioteca Nazionale Centrale, in Via Castro Pretorio 105.
Partecipazione gratuita
Per partecipare occorre iscriversi al sito www.invasionidigitali.it, andare sulla pagina del calendario invasioni 2017, cercare Roma e aderire all'iniziativa in Biblioteca.
Vai all'invasione 

Per ulteriori informazioni 06 39967575

Invasione al Museo delle Terme di Diocleziano
domenica 7 maggio, ore 12.00

Il Museo delle Terme di Diocleziano in collaborazione con CoopCulture partecipa alle #invasionidigitali con una visita al Museo e alle sue collezioni.Alla luce della recente riapertura degli ambienti termali, la visita focalizzerà sia sui contenuti epigrafici del percorso, con una selezione degli oggetti più significativi, sia sulla storia delle Terme, sulla visita delle sue maestose Grandi Aule e  della Piscina, fino alla trasformazione in Certosa nel XVI secolo, attraverso una suggestiva passeggiata nei due chiostri: il Chiostro Ludovisi e il Chiostro di Michelangelo.

Appuntamento alle ore 12.00 presso la biglietteria delle Terme di Diocleziano, in Via Enrico de Nicola, 76
Partecipazione gratuita
Per partecipare occorre iscriversi al sito www.invasionidigitali.it, andare sulla pagina del calendario invasioni 2017, cercare Roma e aderire all'iniziativa al Museo.
Vai all'invasione

Per ulteriori informazioni 06 39967700