Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • SANTA MARIA ANTIQUA TRA ROMA E BISANZIO
    SANTA MARIA ANTIQUA TRA ROMA E BISANZIO
    Roma - Mostre, dal 08/12/16 al 19/03/17
  • Colosseo
    SANTA MARIA ANTIQUA TRA ROMA E BISANZIO
    dal 08/12/16 al 19/03/17
  • Foro Romano e Palatino
    SANTA MARIA ANTIQUA TRA ROMA E BISANZIO
    dal 08/12/16 al 19/03/17

SANTA MARIA ANTIQUA TRA ROMA E BISANZIO

Roma
Mostre

 

 

Dall’8 dicembre, e fino al 19 marzo 2017, riapre la mostra “Santa Maria Antiqua tra Roma e Bisanzio”. Restituite ai prestatori le opere che avevano arricchito il percorso all’interno della chiesa, gioiello tardo-antico incastonato nel Foro romano in una posizione quasi nascosta, i visitatori troveranno ancora tutti gli approfondimenti multimediali che hanno contribuito largamente al successo dell’esposizione nei mesi precedenti.

I sistemi multimediali (proiezioni, video, effetti luminosi) sono stati progettati con un chiaro intento didattico, per aiutare nella comprensione di un monumento affascinante ma molto complesso, ma il loro effetto è stato anche quello di rendere più immersiva la visita senza essere troppo invadenti in un contesto in cui l’architettura e la pittura tardo-antiche giungono ai loro vertici.

La mostra è visitabile presso Santa Maria Antiqua, la basilica nel Foro Romano scoperta nel 1900 alle pendici del Palatino e riaperta al pubblico dopo 30 anni. 

La chiesa conserva sulle sue pareti un patrimonio di pitture unico nel mondo cristiano del primo millennio, databile dal VI al IX secolo.

Resta eccezionale testimonianza nello sviluppo della pittura non solo romana, ma di tutto il mondo greco bizantino contemporaneo: un patrimonio artistico di immagini che quanto la furia iconoclasta distrusse nel mondo orientale, tanto di contro mantenne e conservò il mondo occidentale.

 

  • Tra Roma e Bisanzio

L’esposizione è “mostra” del monumento stesso, un’eccezionale testimonianza dello sviluppo della pittura romana e di tutto il mondo greco bizantino altomedioevale: l’iconoclastia, infatti, cancellò in Oriente gran parte delle immagini sacre di quell’epoca. L’edificio, con i suoi dipinti, ha giocato un ruolo centrale nella cristianizzazione del Foro Romano post-classico e nel rapporto di Roma con Bisanzio e la sua cultura, in un’area strategica dove si andavano concentrando la vita religiosa e i servizi di approvvigionamento per cittadini e pellegrini.
La fase decorativa si è sviluppata in varie fasi e sovrapposizioni, testimoniate dalla parete definita “palinsesto”, pietra miliare nella storia della pittura medievale. Si tratta di un ampio lacerto in prossimità dell’abside, in cui sono identificabili sei strati di pittura: dal IV-V all’VIII secolo d. C.
Del momento pagano si riconosce un intonaco dipinto, mentre al periodo della fondazione della chiesa risale l’immagine della Maria Regina, una Madonna in trono con il Bambino adorata da un angelo, sino ad arrivare a un frammento con la testa di un padre della Chiesa. Particolarmente ben conservato anche il ciclo dedicato al martirio dei santi Quirico e Giulitta, che decora quasi integralmente la cappella di Teodoto, risalente al pontificato di papa Zaccaria (741-752).

  • Le tecnologie

La complessa stratificazione pittorica è resa più leggibile attraverso la tecnologia digitale: il video mapping, usato per la prima volta al Foro Romano, restituisce in maniera immersiva le parti mancanti degli apparati decorativi delle due cappelle ai lati del presbiterio, e l’innovativo light mapping, isola i diversi strati del “palinsesto”, mentre la narrazione della storia dell’edificio e delle sue pitture è affidata a coinvolgenti apparati multimediali.

 

 

 

link:

Servizi Colosseo

bookshop
guardaroba

E' vietato accedere al monumento con bottiglie, contenitori in vetro,bevande alcoliche e bombolette spray. 

Gli ingressi al monumento, disposti lungo Via dei Fori Imperiali sono dotati di rampe.
Il pian terreno "Primo Ordine" dell’Anfiteatro è accessibile.
Il primo piano "Secondo Ordine" è accessibile tramite ascensori.
Sono disponibili due sedie a rotelle, una per il pian terreno e una per il primo piano.
Sono presenti servizi igienici idonei.

 

NEWS
 

Lunedì 19 febbraio  verranno aperte le prenotazioni per la visita diurna del Colosseo Sotterranei e del Colosseo Belvedere per il mese di marzo 2018.

 

  • NEL CIRCUITO COLOSSEO, FORO ROMANO E PALATINO SONO ATTUALMENTE IN CORSO LE MOSTRE:

"Colosseo. Un'icona"  al Colosseo (fino all'11 marzo 2018)

 

  • PRIMA DOMENICA DEL MESE AL COLOSSEO 

Ogni prima domenica del mese ingresso gratuito al sito per tutti i visitatori secondo gli orari ordinari di apertura.

 

NEWS 
 

  • A partire da martedì 19 dicembre 2017 è possibile effettuare le prenotazioni per il Foro Romano/Palatino per il periodo fino a gennaio 2018.

     
  • Nel circuito Colosseo, Foro Romano e Palatino è attualmente in corso la mostra "Colosseo. Un'icona" al Colosseo (fino all'11 marzo 2018)

     
  • Biglietteria Arco di Tito

Il varco di Tito può essere utilizzato solo per l'accesso, non per l'uscita.

 

  • Misure di sicurezza

Si informa che all'interno del monumento è vietato entrare con zaini, valigie e borse voluminose a causa delle nuove misure di sicurezza; i prenotati devono presentarsi in biglietteria almeno 30 minuti prima dell’orario concordato.

Servizi Foro Romano e Palatino

bookshop
sito accessibile

 

NEWS 
 

  • A partire da martedì 19 dicembre 2017 è possibile effettuare le prenotazioni per il Foro Romano/Palatino per il periodo fino a gennaio 2018.

     
  • Nel circuito Colosseo, Foro Romano e Palatino è attualmente in corso la mostra "Colosseo. Un'icona" al Colosseo (fino all'11 marzo 2018)

     
  • Biglietteria Arco di Tito

Il varco di Tito può essere utilizzato solo per l'accesso, non per l'uscita.

 

  • Misure di sicurezza

Si informa che all'interno del monumento è vietato entrare con zaini, valigie e borse voluminose a causa delle nuove misure di sicurezza; i prenotati devono presentarsi in biglietteria almeno 30 minuti prima dell’orario concordato.

Info e Prenotazioni

 

MODALITA' DI VISITA

  • Per accedere al sito è necessario acquistare il Biglietto Colosseo, Foro e Palatino.
  • La Basilica di Santa Maria Antiqua e la mostra “Santa Maria Antiqua. Tra Roma e Bisanzio” sono visitabili secondo gli orari di apertura dell'area archeologica Foro Romano/Palatino.
+39 06 399 67 700

SANTA MARIA ANTIQUA TRA ROMA E BISANZIO


Roma

Coopculture

Biglietteria

Gruppi
  • Gruppi fino a 25 persone

    Solo S. Maria Antiqua € 130

    S.Maria Antiqua+Mostra  € 200

Scuole
  • Solo S. Maria Antiqua  € 90
    S.Maria Antiqua+Mostra € 160

chiudi