Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Letizia Casuccio, Presidente dell'Assemblea dei delegati e delle delegate di Legacoop Nazionale
    Letizia Casuccio, Presidente dell'Assemblea dei delegati e delle delegate di Legacoop Nazionale
    news

Letizia Casuccio, Presidente dell'Assemblea dei delegati e delle delegate di Legacoop Nazionale

 

Letizia Casuccio direttore generale di @CoopCulture per l'area centro-sud eletta Presidente Assemblea dei delegati e delle delegate di Legacoop Nazionale

Condividimao un estratto del discorso di Letizia Casuccio eletta presidente dell'Assemblea dei delegati e delle delegate di Legacoop Nazionale

"L’anno che sta arrivando sarà l’anno della  trasformazione della nostra associazione,  della transizione verso il progetto dell’alleanza delle cooperative italiane e il congresso ha indicato alla direzione nazionale delle linee guida  vincolando gli organi ad almeno una verifica semestrale che interessi il pieno coinvolgimento di tutti i livelli associativi affinché:

  • si progetti la nuova organizzazione insieme
  • si individui una condivisa modalità di funzionamento dell’aci
  • si convochi il congresso di scioglimento nel corso del 2016 in vista della nuova associazione unitaria per cui e’  prevista la nascita nel  gennaio del 2017.

 

Nel corso del 2016, sull’applicazione di questo programma, che ha ricevuto un pieno mandato congressuale, l’assemblea vigilerà, consapevoli che un organismo vasto, seppure  molto complicato da consultare, su alcuni argomenti può giocare un vero ruolo di facilitatore, perché nell’essere molto rappresentativo può meglio interpretare il sentimento diffuso dei cooperatori italiani trovando strumenti agili per favorire il confronto e per condividere l’identità culturale e politica del nuovo soggetto unitario  della rappresentanza cooperativa.

... Portare nella nuova casa comune buone pratiche e’ l’impegno più significativo che abbiamo assunto nell'ultimo  congresso per fondare l’alleanza su caratteri identitari forti come la  finalità’ mutualistica e la democrazia partecipativa. Su questi impegni considerati strategici dal congresso, indispensabili per la costruzione della casa comune dei cooperatori,  l’assemblea dovrà assicurare una partecipazione attiva."