Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • In vacanza alla scoperta del mondo etrusco
    In vacanza alla scoperta del mondo etrusco
    centri estivi al Museo Archeologico
    Prato - Campus, dal 06/06/15 al 31/07/15
  • Museo archeologico F. Nicosia e Parco Archeologico di Carmignano
    In vacanza alla scoperta del mondo etrusco
    centri estivi al Museo Archeologico
    Museo archeologico F. Nicosia e Parco Archeologico di Carmignano, dal 06/06/15 al 31/07/15

In vacanza alla scoperta del mondo etrusco. centri estivi al Museo Archeologico

Carmignano
Campus

 

Giugno, termina la scuola ma non la fantasia e il piacere di imparare tra archeologia e divertimento. Al Museo Archeologico di Artimino “Francesco Nicosia” le vacanze dei più piccoli strizzano l’occhio alla storia antica tra gli affascinanti reperti della civiltà etrusca. Cinque le tipologie di proposte pensate per i bambini dai 5 ai 13 anni, della durata di due ore ad attività, destinati a scuole, associazioni, oratori e tutte le realtà del territorio che fino al 31 luglio organizzano campus estivi. 

Piccoli ceramisti crescono “Nella bottega di Vulca”, come s’intitola il laboratorio che prende le mosse dall’osservazione dei reperti ceramici esposti per stimolare la creatività dei bambini chiamati a modellare l’argilla. Come dei veri vasai, insomma. La seconda proposta, “Quattro passi con l’archeologo”, consiste in una visita guidata per scoprire le bellezze del Museo. Al termine, i bambini con l’aiuto dell’operatore si cimenteranno in una gara di pittura ex-tempore e, muniti di pennelli e tempere, potranno riprodurre il reperto che più stuzzica la loro fantasia. In “Giallo al Museo” – la terza proposta di centro estivo – l’ingrediente principale è il mistero con un “giallo” che tanti piccoli detective dovranno risolvere seguendo gli indizi disseminati nelle sale museali. In “Caccia al reperto” invece gli ospiti dei centri estivi si lanceranno in una divertente caccia al tesoro per scovare l’oggetto misterioso nascosto nelle vetrine del Museo, giocando con la storia di Artimino etrusca. L’ultima proposta, “Come un archeologo”, farà scoprire ai partecipanti i segreti di una professione affascinante, dallo scavo archeologico al recupero dei reperti: per loro sarà divertente simulare uno scavo sotto terra.

bookshop
guardaroba
sito accessibile

Il Museo è accessibile ai disabili mediante piattaforma mobile


MOSTRE AL MUSEO

  • Il luogo di Uni’: Poggio Colla, un santuario etrusco nel Mugello

25 marzo -  3 settembre

Una stele e una base di statua con iscrizioni etrusche, pregevoli bronzetti votivi, buccheri decorati: alcuni piccoli ma preziosi oggetti costituiscono il suggestivo allestimento di questa mostra.

Il Museo Archeologico di Artimino festeggia così il sesto anno di vita regalandosi una mostra temporanea che inaugura un nuovo periodo di valorizzazione della struttura. L’esposizione focalizza l’attenzione sui reperti rinvenuti nel santuario di Poggio Colla, nel Mugello, risalenti a un periodo compreso tra il VII e il II secolo a.C di cui fu proprio l’archeologo Francesco Nicosia a iniziare gli scavi. Alcuni ritrovamenti e la lettura delle iscrizioni, in particolare della stele che in un passo sembra indicare appunto ‘il luogo di Uni’, hanno rafforzato l’ipotesi che sull’altura avesse sede anche il culto di una divinità femminile. Nell’esposizione l’accento è posto proprio sui caratteri femminili del santuario, come l’eccezionale scena di parto riprodotta su un piccolo frammento di vaso in bucchero, sicuramente la più antica scena di parto del mondo etrusco e probabilmente dell’antichità mediterranea. Una testina maschile di bronzo di età arcaica che per la sua elaborata capigliatura è identificata come una divinità, dà invece la misura della qualità delle importazioni nel santuario. Completano l’allestimento un ologramma della stele, al momento ancora in restauro, e alcune immagini delle operazioni di scavo oltre a un breve filmato realizzato dalla CNN sul ritrovamento.

 

‘Il luogo di Uni’: Poggio Colla, un santuario etrusco nel Mugello, curata dal Mugello Valley Archaeological Project (MVAP) e dalla Soprintendenza ABAP (Archeologia, Belle Arti e Paesaggio) per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, è organizzata in collaborazione con il Comune di Carmignano. Gli scavi di Poggio Colla, dopo l’iniziale studio di Nicosia, dal 1994 e per 21 anni sono stati condotti dal consorzio di università statunitensi (MVAP) sotto la direzione di Gregory Warden.

 

Info e Prenotazioni

www.parcoarcheologicocarmignano.it

In vacanza alla scoperta del mondo etrusco
centri estivi al Museo Archeologico


Carmignano

Coopculture

Tariffe

Pacchetto
  • € 50.00 per gruppi fino a un massimo di 25 bambini oltre al biglietto d’ingresso di 2 euro a bambino

chiudi