Cerca nel sito :

 

Questo sito utilizza i Cookies Tecnici per migliorare e sviluppare il servizio per gli utenti e cookie di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più su come utilizziamo i cookies e come si possono controllare, leggi la nostra Privacy Policy/Dichiarazione sui Cookies.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Accetto

  • Terme di Diocleziano
    Non - infinito, infinito
    Terme di Diocleziano, dal 27/03/13 al 30/06/13

Non - infinito, infinito

Roma
Mostre

 

Le monumentali e antiche aule delle Terme di Diocleziano accolgono la mostra di due artisti contemporanei: lo scultore Paolo Delle Monache e il regista Benoit Felici. Non-finito, Infinito il titolo dell’evento, promosso dalla Soprintendenza Speciale per i BeniArcheologici di Roma in collaborazione con Electa e con il sostegno dello Studio Copernico di Milano. 


Tema delle opere dei due autori è il frammento, l’incompiuto e la città. 


I bronzi di Paolo Delle Monache rappresentano i luoghi del proprio vissuto e del suo immaginario. Negli ultimi lavori, come Serendipity o Archeologia di un istante, una piccola figura umana è circondata e inserita all’interno di un paesaggio urbano dalla forma di colonna o di semisfera. Quelle forme sono una secrezione di ricordi ed evocano l’habitat delle conchiglie. Sono l’origine e l’identità che i piccoli ospiti stratificano intorno a sé trasformandole nella testimonianza del proprio vissuto. Il film Unfinished Italy di Benoit Felici mostra un paesaggio devastato da architetture incompiute, da dighe senz’acqua e da rovine nate rovine. Nella mostra cinema e scultura, i mezzi utilizzati dagli autori, si incontrano nel video L’esperienza del non-finito diventando contenuto e contenitore l’uno dell’altro: frammenti di Unfinished Italy proiettati sulle sculture creano intorno a loro caleidoscopi di forme. Lo spazio-tempo filmico si sovrappone a quello delle presenze di bronzo, creando sconfinamenti di immagini e di ombre, di nuvole che si rincorrono su forme immobili che a loro volta entrano nel film con la loro ombra. 

L’allestimento della mostra, curato da Maurizio di Puolo e Anna Ranghi dello Studio Metaimago di Roma, si snoda nelle grandi aule delle Terme di Diocleziano: la X e la XI. Queste, oltre ad essere museo di se stesse, conservano reperti di notevole valore storico. In particolare nell’aula X, sono esposte due tombe a camera ricavate all’interno di un grosso nucleo di tufo. I due sepolcri facevano parte di una vasta area di necropoli che si sviluppò lungo la Via Portuense dalla fine del I sec. d.C. fino al III sec. e oltre: rappresentano idealmente l’inizio e la conclusione della mostra Non-finito, Infinito e di un cerchio di storia che dal reperto approda all’incompiuto della contemporaneità.
bookshop
guardaroba
sito accessibile

Le quattro sedi del Museo Nazionale sono accessibili al 100%.
La mobilità interna è garantita da ascensori e da rampe.
Su richiesta sono disponibili sedie a rotelle.
Sono presenti idonei servizi igienici.

 

NEWS

  • Apertura prenotazioni siti SAR fino a dicembre 2016

A partire da lunedì 25 luglio 2016 è possibile effettuare le prenotazioni per il periodo fino al 30 dicembre 2016 sia per singoli che per gruppi

 

Non - infinito, infinito


Roma

Coopculture

Biglietteria

Biglietto d'ingresso
  • - Intero € 10
  • - Ridotto € 6.50
Altre Riduzioni

  • - cittadini di età compresa tra i 18 e i 25 anni compiuti della della Comunità Europea in base alla legge 28.09.1999 n. 275, e successive integrazioni tramite lettere ministeriali.?Austria,Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca,Estonia,Finlandia, Francia, Germaniagrecia,Irlanda,Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ungheria, Conferderazione Svizzera (Svizzera, Norvegia, Liechtenstein, Islanda).

    - docenti della Comunità Europea con incarico a tempo indeterminato delle scuole statali. 

chiudi