Search in the site :

 

This site uses cookies to improve and develop the service to users and cookie profiling own and third-party for its functionality and to send you advertising and services with your preferences. To learn more about how we use cookies and how you can control, Read our Privacy Policy about cookies.
By closing this banner, scrolling through this page or by clicking any of its elements you consent to the use of cookies. I Agree

  • La Cultura fa Impresa. Conferenza Nazionale dell'impresa culturale
    La Cultura fa Impresa. Conferenza Nazionale dell'impresa culturale
    focus on Great Events

La Cultura fa Impresa. Conferenza Nazionale dell'impresa culturale

programma conferenza nazionale dell'impresa culturale

 

Federculture, AGIS, Alleanza Cooperative Italiane Turismo e Beni culturali e Forum Nazionale del Terzo Settore organizzano la prima Conferenza Nazionale dell’Impresa Culturale, in programma all’Auditorium Parco del Castello de L’Aquila mercoledì 5 luglio.

Il progetto nasce da un percorso avviato nel corso del 2016 che per la prima volta si sono riuniti ed hanno avviato un tavolo di lavoro sul tema dell’Impresa Culturale.

Questi soggetti, ai quali si sono affiancati anche il WWF e il FAI-Fondo Ambiente Italiano, hanno condiviso un percorso di confronto ed elaborazione comune per fare emergere gli elementi distintivi del sistema culturale che rappresentano al fine di individuare le specificità del settore che, nelle sue varie sfaccettature, può essere descritto come un parte rilevante della più ampia “filiera” costituita dal complesso delle imprese culturali e creative.

Il punto di convergenza sul quale il lavoro si è incardinato è stata la condivisione di una “cultura della gestione” e del “fare impresa” con finalità di pubblica fruizione, quale tema sul quale tutte le diverse realtà si misurano nell’approccio alla valorizzazione e gestione delle risorse identitarie dei territori.

L’evento si propone, inoltre, come il primo appuntamento nazionale nel quale far emergere tale consapevolezza e verificare l’opportunità di affermare uno ‘Statuto’ dell’impresa culturale orientata alla fruizione pubblica delle risorse identitarie del territorio. L’obiettivo è, dunque, attivare una interlocuzione con il Paese e con i decisori politici, a tutti i livelli, in merito al ruolo dell’impresa culturale e alla sua rilevanza nel creare valore sociale ed economico per la collettività e di porre le condizioni per lo sviluppo dei territori.